6 settembre 2022
ore 12:45
di Francesco Nucera
tempo di lettura
52 secondi
 Per tutti
Ghiaccio marino artico quasi al minimo storico
Ghiaccio marino artico quasi al minimo storico


Un importante episodio di fusione del ghiaccio è stato misurato in Groenlandia tra il 3 e 4 settembre con una estensione di quasi 600mila chilometri quadrati. Sono le conseguenze di un evento meteorologico che sta coinvolgendo questa zona e generato dal tipo di circolazione sul Nord Atlantico; i venti meridionali hanno trasportato aria insolitamente calda in Groenlandia tanto che le anomalie di temperatura mostrano valori molto al di sopra della media.  La presenza di temperature anormalmente calde nel Nord Atlantico contribuisce probabilmente all'evento. Nel sud-ovest della Groenlandia questo si traduce in una fusione diffusa, abbastanza insolita per il periodo dell'anno. E' il secondo più grande evento di fusione superficiale del 2022 dopo quello di metà luglio.

La perdita di ghiaccio dalla calotta glaciale della Groenlandia è una delle maggiori fonti di innalzamento contemporaneo del livello del mare. Secondo uno studio pubblicato su Journal Nature Climate Change qualche giorno fa il 3,3% della calotta glaciale della Groenlandia fonderà, fusione guidata dai cambiamenti climatici.

estensione fusione ghiaccio - fonte università colorado
estensione fusione ghiaccio - fonte università colorado

Seguici su Google News


Articoli correlati