14 novembre 2018
ore 8:30
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 17 secondi
 Per tutti

Lo spostamento dell'alta pressione nella seconda parte della settimana verso l'Europa nordorientale, oltre a portare masse di aria più fredda verso l'Italia, innescherà anche un rinforzo dei venti da est-nordest destinati a divenire piuttosto sostenuti nel prossimo weekend. Fino a metà settimana si assisterà giusto a qualche raffica tra nord e nordest che inizierà a soffiare su Adriatico, Ionio e Mar di Sardegna, poi tra giovedì e venerdì si preparerà la svolta.

La ventilazione inizierà a disporsi in modo più lineare da est-nordest su gran parte dei nostri bacini e a rinforzare. Venerdì le raffiche potranno raggiungere i 50-60km/h al largo del Ligure, sulle Bocche di Bonifacio, al largo del Tirreno centrale e sullo Ionio, leggermente inferiori sull'Adriatico salvo raffiche di Bora sul Golfo di Trieste. Il Moto ondoso sarà in apprezzabile aumento, ad eccezione dei litorali sottovento come quello tirrenico.

Sabato ulteriore intensificazione dei venti, mediamente da est-nordest, con raffiche fino a 60-70km/h su Mar Ligure, Tirreno, Ionio ma anche sull'Adriatico, superiori sul Golfo di Trieste alle prese con forti raffiche di Bora. Si agiteranno i mari descritti (salvo le coste sottovento) con onde anche di 2/3 metri al largo del Ligure e dello Ionio.

In seguito possibile attenuazione dei venti a partire dai bacini settentrionali, con moto ondoso che inizierà progressivamente a ridursi.

Per i venti previsti clicca qui

Per lo stato dei mari previsto clicca qui

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati