18 febbraio 2021
ore 9:05
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 17 secondi
 Per tutti
L'omega block, la configurazione di blocco
L'omega block, la configurazione di blocco


La configurazione ad Omega è la forma più diffusa di blocco anticiclonico.  L'Omega Block è caratterizzato da due circolazioni di bassa pressione ai lati di un robusto anticiclone. In queste condizioni le onde atmosferiche, che poi sono alla base delle perturbazioni e degli anticicloni, non evolvono da ovest verso est come di norma dovrebbero fare tanto da rimanere fermi nelle loro posizioni per più giorni. 

Il nome deriva proprio dalla lettera dell'alfabeto greco Omega che ha una forma simile al disegno generato dalle correnti portanti in quota. Questi regimi di persistenza possono perdurare per più tempo presentando diversi risvolti meteorologici nelle saccature e nel promontorio. Nelle prime infatti, laddove sono presenti i centri di bassa pressione, si verranno a generare maggiori contrasti termici con nubi e precipitazioni anche intense e persistenti. Di contro nel promontorio si avranno condizioni di tempo soleggiato e stabile con temperature in aumento (gran caldo in estate) e lunghi periodi siccitosi nel periodo invernale con assenza di piogge e neve. A seconda della posizione possono dunque aversi concomitanti condizioni diverse in Europa. Ad esempio quando il blocco è posizionato nel cuore dell'Europa gli Stati centro-occidentali ed il Mediterraneo sono soggetti a risalite calde dal nord Africa con tempo stabile e clima mite in inverno, caldo o molto caldo durante l'estate. Le Nazioni orientali sono invece soggette a precipitazioni e temperature sotto le medie stante la discesa di masse d'aria fresca o fredda.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati