18 luglio 2020
ore 23:35
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 12 secondi
 Per tutti

Situazione: l'area di bassa pressione che ancora indugia sui Balcani sarà responsabile di qualche ultimo episodio di instabilità sull'Italia ma poi,  si riassorbirà completamente per l'inizio della nuova settimana grazie ad una progressiva rimonta da ovest dell'anticiclone delle Azzorre. Esordio promettente quindi per la terza decade di luglio con sole prevalente e temperature in aumento fino su valori superiori alle medie del periodo ma poi qualcosa comincerà a cambiare. Il flusso atlantico tenuto temporaneamente lontano dalle nostre latitudini comincerà a sferrare nuovi attacchi verso l'Europa centrale e meridionale.

Il primo si attuerà a metà settimana con dei temporali che interesseranno le zone alpine e prealpine da mercoledì e qualche temporale più sparso giovedì che si estenderà anche all'Appennino centrale. Il transito di questa coda di perturbazione potrà fare da apripista ad un secondo fronte più organizzato atteso nel weekend ma con prime avvisaglie già nella giornata di venerdì. Attualmente e con i dati in nostro possesso sembra quindi che il weekend 25-26 luglio potrà essere caratterizzato da una nuova raffica di temporali anche intensi sulle regioni centro settentrionali. Il sud risentirebbe ancora piuttosto bene dell'influenza anticiclonica rimanendo isolato dal peggioramento e continuando a godere di clima estivo e temperature anche piuttosto alte. Restate aggiornati perché la previsione soprattutto del weekend necessiterà di ulteriori conferme nell'arco dei prossimi giorni.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati