5 gennaio 2020
ore 12:37
di Carlo Migliore
tempo di lettura
52 secondi
 Per tutti

Le immagini satellitari dell'Australia sud orientale danno l'esatta dimensione della vastità della tragedia. Da almeno 6 mesi sono andati in fumo milioni di acri. I devastanti incendi della California del 2018 e quelli dell'Amazzonia del 2019 sommati assieme non fanno nemmeno la metà di quello che sta accadendo in Australia. L'aria di Sidney e Melbourne è letteralmente avvelenata dal fumo, fumo che viaggia sull'Oceano pacifico in direzione sud e sudest raggiungendo persino la Nuova Zelanda situata a oltre 2000km di distanza

A complicare la situazione i venti caldi e secchi che spazzano sulla regione con temperature dell'aria fino a 40-42°C. Un inferno indomabile che ha costretto migliaia di persone a lasciare le proprie abitazioni, nel solo Galles del Sud gli sfollati sono almeno 100mila. Oltre alle 24 vittime accertate, secondo le autorità ci sarebbero anche numerosi dispersi, saliti a 21 nelle ultime ore, oltre 1300 le abitazioni distrutte. Entrambi gli stati del Victoria e del Nuovo Galles del Sud sono stati dichiarati aree disastrate.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati