3 novembre 2019
ore 19:12
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 35 secondi
 Per esperti

Entriamo nella fase più importante per le sorti del prossimo inverno. Il mese di Novembre è iniziato con un abbassamento del flusso perturbato atlantico, dunque un aumento delle precipitazioni sull'area mediterranea. Questa situazione è destinata a perdurare. Il lago gelido continua invece a penalizzare la Scandinavia. In Svezia il 28 Ottobre sono stati raggiunti i -23.9°C durante la notte; e' la temperatura più bassa di ottobre mai registrata in Svezia negli ultimi 13 anni.

L'estensione della copertura nell'emisfero Nord è piuttosto alta ma in particolare per il Nord America che è probabilmente vicina all'entità record per questa periodo.

L'estensione della copertura nevosa sul settore euro asiatico ha ripreso a camminare dopo un breve periodo di pausa. Ottobre, con ogni probabilità, risulterà sopra media. L'estensione nevosa viene messa in correlazione con lo stato di salute del vortice polare anche se negli ultimi anni una estensione superiore alla media non è stata associata ad un indice AO negativo.

Il vortice polare stratosferico risulta forte e freddo per il periodo. Le velocità zonali sono particolarmente elevate a 10 hPa. Avere un raffreddamento stratosferico tra novembre e dicembre è una tendenza degli ultimi anni. Lo spauracchio della 'stratosfera mangia inverno' viene se il segnale stratosferico si ripercuote sul vortice troposferico, una situazione che determina una accelerazione delle correnti occidentali, dunque periodi miti ed anticiclonici sull'Europa meridionale. Fino a questo momento questa situazione non sembra esserci.

Il vortice polare stratosferico risulta allungato ed ellittico; le velocità zonali tenderebbero ad un calo da metà mese quando è previsto un indebolimento del vortice per due anticicloni ai suoi fianchi Questa situazione lascerebbe pensare come la NAO possa essere meno positiva rispetto a quanto le simulazioni numeriche sull'inverno lasciano fino a questo momento intravedere. La nostra tendenza meteo sull'inverno uscirà nelle prossime settimane.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati