9 marzo 2018
ore 8:00
di Francesco Nucera
 Per tutti

vortice polare
vortice polare

Il periodo dinamico proseguirà in Europa. Il forte riscaldamento della stratosfera si è ormai concluso ma lascia un vortice polare che non è più lo stesso.

Si è trattato di un evento di Stratwarming molto intenso che è riuscito a condizionare quasi istantaneamente il tempo delle medie latitudini attraverso un'ondata di gelo molto forte ormai in fase di risoluzione. Eventi del genere possono avere strascichi in seguito. Il secondo step dello stratwarming viene ora dall'abbassamento del treno di perturbazioni atlantiche che, in serie, apportano un aumento della piovosità in Italia ma in un contesto mite.

Il vortice polare rimarrà debole. Il vortice polare che risente dei postumi dello Stratwarming, nonostante i tentativi di rinascere, rimarrà debole e facilmente attaccabile da altri riscaldamenti stratosferici seppur di minore intensità rispetto al precedente,

vortice polare propenso a nuovi affondi freddi in Europa
vortice polare propenso a nuovi affondi freddi in Europa

Scientificamente è impossibile annunciare ondate di gelo. Il vortice polare dislocato dalla sua sede naturale è tale da favorire fasi piuttosto dinamiche in Europa. In particolare l'ipotesi è che l'aumento della pressione in Atlantico possa determinare una discesa di masse d'aria fredda nella terza decade di Marzo. L'entità del freddo non è data da sapersi a dire il vero ma annunciare ondate di gelo, allo stato attuale, appare una previsione estrema e molto azzardata. Non è lo spirito di 3bmeteo...Si può ipotizzare comunque un proseguimento della fase turbolenta e con temperature sotto media per diverse Nazioni del Vecchio Continente. Nei prossimi giorni vi daremo maggiori ragguagli, anche per l'Italia.

Per le previsioni grafiche clicca qui

Per le previsioni a 15 giorni clicca qui

Articoli correlati

Scarica la nostra app ufficiale!

Commenti