10 gennaio 2021
ore 8:00
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 16 secondi
 Per tutti

SITUAZIONE. Sarà probabilmente solo un timido tentativo di rimonta quello che l'anticiclone cercherà di fare entro la metà della prossima settimana. Dall'Europa occidentale infatti tenterà di espandersi verso est raggiungendo il Mediterraneo centrale intorno alla fase centrale della prossima settimana, senza nemmeno raggiungere in pieno l'obiettivo dello Stivale. Si limiterà probabilmente a favorire un po' di stabilità al Centro-Nord fino a mercoledì, mentre il Sud Italia resterà ancora influenzato dalla residua circolazione depressionaria provenuta dal Mediterraneo occidentale ad inizio settimana.

META' SETTIMANA. Già mercoledì un fronte freddo in discesa dal Nord Europa impegnerà le zone alpine con nevicate a bassa quota, anche se i fenomeni risulteranno più evidenti sui crinali di confine e soprattutto su quelli esteri. Rapidamente il fronte dovrebbe scivolare verso sud aggirando l'ostacolo alpino, saltando quindi la Val Padana e il Tirreno centro-settentrionale, per ripresentarsi sul medio Adriatico e al Sud con una recrudescenza dell'instabilità e con nevicate anche a quote basse sull'Appennino.

SECONDA META' DELLA SETTIMANA. Successivamente sembrerebbe potersi aprire un canale di correnti molto fredde settentrionali che eroderebbero definitivamente il timido promontorio anticiclonico sul Mediterraneo centrale, lasciando la strada aperta ad altri impulsi instabili settentrionali o addirittura nordorientali, responsabili di maltempo al Sud e sull'Adriatico, nevicate a quote basse e clima del tutto invernale sull'intero Stivale. Vista la distanza temporale la tendenza potrebbe subire modifiche e vi consigliamo di seguire i prossimi aggiornamenti.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati