18 dicembre 2020
ore 13:01
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 10 secondi
 Per esperti
Vortice Polare
Vortice Polare


Un riscaldamento della stratosfera è atteso nei prossimi giorni in partenza dalla Siberia. Di per sé tale riscaldamento è già in atto in alta stratosfera ma tenderà ad interessare anche la quota di 10 hPa a fine dicembre. Il vortice polare stratosferico tenderà nei prossimi giorni a riportarsi sul Polo a ridosso del Natale per via di un attacco ad un'onda che provocherà un aumento della sua velocità per conservazione del momento angolare. Questa dinamica tenderà a trasferirsi verso le quote più basse determinando un aumento della zonalità sul Nord Atlantico. 

vortice polare stratosferico
vortice polare stratosferico

Secondo le proiezioni questo secondo riscaldamento, inizialmente a carico di una sola onda, appare più corposo e tenderebbe a decelerare il vortice polare stratosferico con l'avvio del 2021. Dopo un breve recupero il vortice polare potrebbe essere messo alle strette questa volta da un attacco a due onde. Alcuni membri del fascio di probabilità mostrerebbero una evoluzione verso uno stratwarming di tipo major durante gennaio ovvero capace di creare una inversione del gradiente termico e invertire la circolazione zonale con conseguente split. Questo appare possibile se la troposfera sarà messa nelle condizioni di favorire un'attività a due onde. Molti membri rimangono comunque per gran parte di gennaio con un vortice stratosferico debole. Seguiremo questa evoluzione che per ora riguarda solo la fascia più alta dell'atmosfera.

andamento del vortice polare a 10 hPa
andamento del vortice polare a 10 hPa

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati