4 novembre 2020
ore 16:03
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 21 secondi
 Per tutti
Ingenti danni nelle Filippine per il passaggio del tifone Goni (Fonte: Croce Rossa Filippine)
Ingenti danni nelle Filippine per il passaggio del tifone Goni (Fonte: Croce Rossa Filippine)

Dopo aver attraversato le Filippine ed aver toccato terra come tifone di equivalente categoria 5 Goni naviga nel mezzo del Mar Cinese Meridionale e si trova ormai a 250km circa dalle coste del Vietnam. Le conseguenze del suo passaggio sull'Arcipelago delle Filippine sono state a dir poco devastanti. 17 le vittime fino ad ora accertate e danni incalcolabili alle strutture, tanto che il 90% della città di Virac è andato distrutto, la prima località colpita nella Provincia di Catanduanes.



Nel suo scorrimento sul Mar Cinese Meridionale Goni ha perso buona parte della sua energia ed è ora una tempesta tropicale. Si sposta verso ovest alla velocità di 12km/h accompagnato da venti le cui raffiche toccano i 75km/h sollevando onde alte fino a 15m. Tra giovedì e venerdì è atteso un nuovo landfall, questa volta sul Vietnam centrale, già recentemente devastato da precedenti sistemi tropicali giunti nel mese di ottobre. Non sono previsti venti particolarmente intensi, ma sono le piogge abbondanti a preoccupare. Non solo il Vietnam verrà investito da Goni, ma anche la Cambogia tra venerdì e sabato.

La rotta prevista di Goni
La rotta prevista di Goni

Nel frattempo si tiene d'occhio la tempesta tropicale Atsani, al momento circa 700km a est-sudest di Taiwan, in lento spostamento verso ovest alla velocità di 5km/h. Atsani si intensificherà fino a divenire tifone venerdì, quando verrà a trovarsi poco a sud delle coste meridionale di Taiwan coinvolgendo l'isola con forti piogge e venti tempestosi. E sul finire della settimana potrebbe indirettamente coinvolgere la Cina meridionale e Hong Kong.

La rotta prevista di Atsani
La rotta prevista di Atsani

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati