5 marzo 2021
ore 12:30
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 48 secondi
 Per esperti
vortice polare
vortice polare


Questo argomento è rivolto ad una utenza esperta. Il vortice polare stratosferico, dopo l'evento dell'intenso riscaldamento della stratosfera polare di gennaio che ne aveva causato una quasi divisione, si è ora riformato riprendendo le sue posizioni. Le temperature in netto calo in stratosfera sono una conseguenza del post stratwarming.

temperature in netto calo in stratosfera
temperature in netto calo in stratosfera

Ma una stratosfera fredda è anche conseguenza di una mancanza di trasferimento di energia dalla troposfera. I riscaldamenti stratosferici sono la conseguenza di un trasporto di calore e di quantità di moto dalla troposfera verso l'alto attraverso la dissipazione e conseguente rottura delle onde planetarie. In genere sono le onde stazionarie risonanti a produrre i riscaldamenti. Infatti gli stratwarming sono spesso la conseguenza di quello che accade in troposfera. 

dinamica di riscaldamento stratosferico
dinamica di riscaldamento stratosferico

Seppur non proprio centrato sul Polo questo determina un approfondimento del vortice polare stratosferico le cui velocità sono attese sopra la media nelle prossime settimane.

velocità a 10 hPa che si mantengono sopra la media
velocità a 10 hPa che si mantengono sopra la media

 


Questo lascia intendere come il vortice polare stratosferico possa andare incontro ad un Final Warming tardivo (dopo il 15 aprile), ovvero l'ultimo evento stagionale di riscaldamento della stratosfera. Ogni anno in primavera il vortice polare stratosferico tende a scomparire per effetti radiativi per poi ripresentarsi in autunno. Può capitare che questo evento possa essere accelerato da eventi di riscaldamenti stratosferici dinamici, un po' come avviene in inverno, e provocare ripercussioni alla circolazione delle medie latitudini.

Nell'immediato c'è da considerare una possibile influenza della stratosfera sulla troposfera. Questo viene evidenziato da GFS con un primo segnale attorno al 10-12 marzo.

possibile influenza stratosferica sulla circolazione zonale
possibile influenza stratosferica sulla circolazione zonale

L'Indice AO, tornato positivo, mostra il picco proprio per questa data. Questo vuol dire che il vortice polare troposferico è previsto rafforzarsi. In pratica una influenza della stratosfera come avvenuto in inverno ma con segno opposto. 

andamento indice Ao
andamento indice Ao

Ne consegue dunque un nuovo cambio di scenario con le perturbazioni a scorrere velocemente sul centro nord Europa, inseguite da una tesa ventilazione, e gli anticicloni occupare l'Europa meridionale. Dal momento che il fronte polare rimane basso, è possibile che qualche coda di perturbazione, diretta verso i Balcani, possa attraversare la Penisola rapidamente.

tendenza meteo 10-12 marzo
tendenza meteo 10-12 marzo

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati