16 maggio 2021
ore 16:18
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 48 secondi
 Per tutti
Semi antichi tornano a germogliare dopo 142 anni
Semi antichi tornano a germogliare dopo 142 anni

La preservazione delle specie vegetali è diventato negli ultimi decenni uno dei principali obiettivi della botanica e della biologia. Questo perché esattamente come gli animali, anche le piante rischiano l'estinzione a causa dei mutamenti climatici o delle catastrofi ambientali e le generazioni future dovrebbero avere la possibilità di riprodurre ciò che non esiste più. Per questo motivo in Norvegia esiste da poco più di 10 anni la più grande banca dei semi, un bunker protetto da ogni genere di insidia che conserva i semi del 40% di tutte le specie vegetali del mondo e in futuro potrà arrivare a contenere più di due miliardi e mezzo di semi. 

A questo punto non resta che da chiedersi, quanto può sopravvivere un seme ? E' una domanda difficile a cui non c'è ancora una risposta precisa. La fertilità di un seme ovvero la possibilità che esso possa germogliare dopo che per un lungo periodo è rimasto inattivo dipende da moltissimi fattori, intrinsechi alla specie vegetale stessa e soprattutto legati al clima. Molti esperimenti si stanno facendo in tal senso ma il più interessante di tutti è cominciato ben 142 anni fa ed è uno degli esperimenti più lunghi della storia.

Nel 1879 il botanico William J. Beal seppellì numerose bottiglie di vetro contenenti i semi di circa 21 specie diverse sotto la sabbia delle colline del Michigan per vedere quanto avrebbero potuto restare inattivi e poi riuscire a germogliare ugualmente. Da allora ogni circa 20 anni, dapprima dallo stesso Beal e poi dai suoi successori viene prelevata una bottiglia, ne vengono estratti i semi e poi seppelliti. Ebbene ad oggi, a 142 anni di distanza da quel momento, ci sono ancora dei semi che riescono a germogliare. Si tratta della specie Verbascum thapsus, interrata a metà aprile e germogliata tra la fine di Aprile e l'inizio di Maggio. Gli scienziati sono rimasti stupefatti da questa longevità. 

L'esperimento iniziato da Beal continuerà anche nei prossimi decenni, l'ultima bottiglia sarà riesumata nel 2100 e chissà che non possa dare ancora sorprendenti risultati.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati