23 gennaio 2019
ore 6:30
di Carlo Migliore
tempo di lettura
2 minuti, 10 secondi
 Per tutti

L'area di bassa pressione che in queste ore avvolge la penisola è solo un minimo assaggio di quello che ci aspetta nei prossimi giorni e in particolare nella giornata di giovedì. Nelle prossime 24h Un impulso di aria molto fredda di matrice polare marittima entrerà sul Mediterraneo innescando la formazione di un intenso vortice ciclonico che si approfondirà fino a 974 hPa o persino inferiori. Sono valori barici davvero molto bassi, da record, che sottintendono una circolazione ventosa attorno al minimo molto molto forte. A parte il maltempo quindi quello che ci preoccupa maggiormente sarà l'intensità del vento, l'esperienza del ciclone del 29 ottobre 2018 ci fa stare con la guardia alzata.

La tempesta si annuncerà nella giornata di Mercoledì con maestrale in progressivo rinforzo sulla Sardegna, in serata le raffiche saranno di burrasca sull'Isola con punte di 100/110kmh e mareggiate lungo tutte le coste esposte. Subito dopo nella notte tra mercoledì e giovedì comincerà a formarsi il minimo che dovrebbe collocarsi per le prime ore della mattina di giovedì sul Tirreno centrale. A quel punto i venti si stringeranno tutti attorno all'occhio del ciclone con intensità via via crescenti. In giornata il minimo dovrebbe poi scivolare verso il Tirreno meridionale, settore ovest e approfondirsi ulteriormente. 

Forte Maestrale colpirà ancora la Sardegna con tendenza a provenienza da nord-nordest, forte Libeccio sferzerà la Sicilia e le regioni meridionali tirreniche, teso Scirocco sfilerà lungo lo Ionio e il medio basso Adriatico e infine forte Grecale soffierà su alto Adriatico e la Liguria. Le raffiche potrebbero superare sulle Isole Maggiori e le regioni tirreniche anche i 100-110km/h. Venti forti interesseranno anche le zone appenniniche dove avremo possibili bufere di neve fino a quote molto basse soprattutto al Centro Nord. In conseguenza di questi venti anche i mari saranno tutti molto mossi agitati con possibili burrasche e mareggiate lungo le coste esposte di Sardegna, Sicilia e regioni meridionali in genere. Per tutti i futuri aggiornamenti seguite sempre la nostra sezione mari e venti.


Per maggiori dettagli consultate l'apposita sezione meteo Italia


Per la tendenza meteo dei prossimi giorni consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo


Se hai un video da condividere entra a far parte della nostra community, clicca qui per i dettagli


Guarda i video che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui


Guarda le foto che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui


.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati