1 ottobre 2016
ore 10:00
di Andrea Colombo
tempo di lettura
1 minuto, 5 secondi
 Per tutti

EVOLUZIONE SULL'ITALIA
Dopo aver interessato il Nord-Italia, il fronte freddo nella giornata di lunedì scivolerà rapidamente verso Sudest, in direzione del Centrosud. Nel suo tragitto andrà a sviluppare una certa instabilità lungo la dorsale appenninica e il versante adriatico, ed al suo seguito affluirà aria via via più fredda, sospinta da venti tesi da Nord e NE in arrivo dal Centronord Europa. 



LE AREE PIU' INTERESSATE
Lunedì in avvio avremo qualche acquazzone sulla dorsale centrale, dall'Emilia al Lazio, e i primi focolai temporaleschi tra Romagna e litorale marchigiano più settentrionale. Nel corso del pomeriggio tutti i fenomeni - che saranno in ogni caso a carattere sparso - si muoveranno verso Sudest, interessando Marche, Abruzzo e Molise, dove non mancheranno colpi di tuono. In serata fenomeni in ulteriore traslazione verso la Puglia, dove ci attendiamo qualche debole pioggia ma con tutta la fenomenologia in generale indebolimento. 

TEMPERATURE 
La giornata registrerà valori termici sui 22-23°C sul medio-alto versante adriatico, fino ai 24-26°C sulla Puglia. Il passaggio della linea instabile determinerà un ricambio di massa d'aria, in quanto affluirà aria più fredda - sospinta dai venti di Bora e Grecale in progressiva intensificazione a partire da Romagna e Marche. 

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati