29 ottobre 2019
ore 14:46
di Carlo Migliore
tempo di lettura
2 minuti, 26 secondi
 Per tutti

Gelo e neve a ovest: Ancora un impulso polare sugli States  e ancora una volta sul settore nord occidentale con il gelo che sta dilagando fino al Nuovo Messico e al nord del Texas. E' la quarta ondata di freddo precoce dalla fine del mese di Settembre che ha trovato milioni di americani del tutto impreparati. Negli stati più a nord come Montana, Wyoming, nord Dakota vere e proprie bufere di neve e blizzard che in montagna a quote relativamente basse (1000-1200m) hanno lasciato accumuli freschi fino quasi a un metro. A Great Falls in Montana, sono caduti da settembre già 80cm di neve, un record assoluto che batte quello precedente del 1984 quando caddero 45cm di neve. Scendendo verso gli stati centrali come il Colorado accumuli minori ma con nevicate che si sono spinte fino a quote molto basse anche al piano.

Le temperature: Valori minimi da pieno inverno con punte di -22°C a 1500m di quota tra Montana, Wyoming e Colorado. Valori minimi in pianura fino a -5/-7°C , sottozero fin anche sulle pianure del Nuovo Messico e del Texas settentrionale.

Caldo anomalo a est: Mentre l'aria gelida dilaga sugli stati occidentali, il richiamo del fronte sub tropicale sta spingendo aria calda e umida sempre più a nord del normale raggiungendo persino il Canada. Fa molto caldo in Florida con massime fino a 34°C, caldo anche tra Sud Carolina, Nord Carolina e Virginia con punte di 28-30°C, 20-22°C anche su Pennsylvania New Jersey e New York. Anomali anche i 12-14°C del Maine e della Nuova Scozia in Canada.

Previsioni: L'aria gelida continuerà a dilagare verso sud e verso est raggiungendo entro giovedì Oklahoma, Arkansas, Missouri, Illinois, Iowa, Wisconsin. Gelo e neve continueranno a colpire gli stati più settentrionali spingendosi fino all'area dei Grandi Laghi. Nel contempo un intenso fronte perturbato scaturito dal contatto tra l'aria fredda polare e quella calda e umida sub tropicale prederà  vita tra il Golfo del Messico  e la costa meridionale degli States allungandosi in direzione NE fino alla Georgia e il Sud Carolina. Sono già in atto su questi settori piogge e temporali molto forti ma nel corso delle prossime 24-48 ore il fronte si estenderà e si intensificherà ulteriormente  grazie alla formazione di un minimo di bassa pressione poco a sud dei Grandi laghi che richiamerà altra aria calda dal Golfo del Messico. Atteso maltempo con fenomeni estremi su gran parte degli stati orientali in particolare tra Tennessee, Kentucky, Virginia Occidentale, Ohio con fenomeni che entro venerdì raggiungeranno anche la East Coast. Terminerà così l'ondata di caldo anomalo di fine Ottobre ma si conteranno molti danni

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati