Redazione 3BMeteo
9 aprile 2018
ore 8:28
Redazione 3BMeteo
tempo di lettura
1 minuto, 50 secondi
 Per tutti

METEOSTORIA, GELO E NEVE SULL'ITALIA NELL'APRILE 2003 - Tra il 7 e l'8 Aprile 2003 l'Italia fu interessata da una intensa ondata di freddo tardiva proveniente dalla Russia. Furono soprattutto il Sud ed i versanti adriatici ad essere interessati più direttamente dalla discesa di una massa d'aria molto fredda per il periodo con tracollo termico anche di oltre 8-10°C sotto i colpi di bora, grecaole e tramontana che soffiarono con raffiche fino a 90-100km/h a livello del mare, fino a 150/160km/h in quota sulla dorsale adriatica dove si ebbero delle tempeste di neve. La neve fece la sua comparsa il giorno 7 fino in pianura al Nord Est, anche con temporali, ma senza particolari accumuli, mentre al Centro-Sud questa imbiancò la dorsale appenninica a partire dalle quote collinari con accumili anche importanti: si registrarono circa 30cm a Potenza. Nella notte sull'8 Aprile e nelle ore successive rovesci di neve interessarono anche le coste adriatiche dalla Romagna alla Puglia con rovesci nevosi su città come Bari, Brindisi e persino Lecce. Neve anche a Rimini, Ancona, Pescara e Chieti; si registrarono fino a 30 cm di neve a Termoli! La neve raggiunse a tratti la pianura o la bassa collina anche il resto del Sud, in particolare Campania interna, Basilicata e Calabria settentrionale con neve persino a Cosenza. Numerosi i disagi alla circolazione sia stradale che aerea, in particolare all'aeroporto di Bari Palese.

Le temperature crollarono con gelate diffuse e tardive che causarono numerosi danni al settore agricolo. Al Nord le minime raggiunsero punte di -5/-7°C in pianura ( come nel caso di Malpensa); gelo anche in Appennino con -14°C al Terminillo, -6°C a Campobasso. Sulle Dolomiti si raggiunsero punte di -15°C dai 1400-1600m di quota. 

Questa situazione fu causata dall'anticiclone di blocco in Atlantico che veicolò l'aria fredda o anche molto fredda per il periodo verso le basse latitudini. Una situazione che mai avrebbe lasciato presagire il caldo eccezionale e duraturò che si manifestò nei mesi a seguire.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati