19 febbraio 2019
ore 22:00
di Carlo Migliore
tempo di lettura
53 secondi
 Per tutti

Un fenomeno estremo che negli ultimi inverni è diventato sempre più frequente nella regione russa della Siberia. Nell'area di Kuzbass numerosi centri urbani sono stati recentemente (15 febbraio) ricoperti da una spessa coltre di neve di colore nero o grigio scuro. Quella zona della siberia ospita uno dei più grandi giacimenti di carbone fossile del mondo e numerose sono le miniere e le industrie per la sua l'estrazione e trattamento. Il risultato di questa attività industriale è che l'aria si riempie di minuscolo particolato che resta in sospensione e quando nevica, precipita al suolo assieme al fiocchi. 


La neve nera non è solo un raccapricciante spettacolo visivo ma anche un pericoloso segnale di inquinamento. In quella zona vivono infatti più di 2 milioni e mezzo di persone la cui salute è messa a rischio ogni giorno. Un fenomeno analogo è stato registrato anche nel Kazakistan

Consulta qui le previsioni meteo sulle località estere. 

Clicca qui per la situazione meteo in diretta in Italia e nel mondo. 

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati