9 dicembre 2019
ore 9:10
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 39 secondi
 Per tutti

Situazione: aria piuttosto fredda di lontane origini polari si sta mettendo in moto dal nord Europa e raggiungerà il bacino centrale del Mediterraneo all'inizio della nuova settimana con un clima che si preannuncia molto dinamico per l'Italia almeno fino a giovedì-venerdì con pioggia vento e nevicate che potranno anche cadere fino a quote molto basse al Nord. In una successiva fase, nell'arco del weekend 14-15,  l'arretramento delle correnti fredde verso il comparto atlantico alimenterà un vortice più occidentale che dovrebbe collocarsi sul Regno Unito. Il Mediterraneo centrale sarà allora raggiunto da un respiro di correnti più miti dal nord Africa in grado di tenere in vita su una parte della Penisola un campo di alta pressione di matrice dinamica. Giungiamo quindi alla settimana prima del Natale, periodo 16-22 Dicembre che potrebbe essere caratterizzata dalla presenza di questo vortice anglosassone in grado di produrre un treno di perturbazioni destinate a transitare sull'Europa da ovest verso est.   

I modelli confermano questa tendenza ponendo però l'attenzione anche ad una maggiore presenza anticiclonica alle basse latitudini tanto da lasciare ipotizzare uno scenario instabile solo per una parte dell'Italia, quanto meno per le regioni settentrionali e parte del centro. Il Sud del nostro paese assieme a tutta l'area balcanica ed al Mediterraneo orientale potrebbe restare inserito in un contesto anticiclonico con clima stabile e anche molto mite. Questa fase potrebbe durare fin sotto il Natale (20-22 dicembre). Difficile al momento fare delle ipotesi su uno scenario natalizio ma contiamo di riuscirci entro pochi giorni. Seguite sempre i nostri aggiornamenti.



Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia.


Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.


Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.


Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati