14 settembre 2022
ore 23:45
di Stefano Ghisu
tempo di lettura
2 minuti, 23 secondi
 Per tutti

METEO 12 - 19 SETTEMBRE: campo di alta pressione che ha le ore contate sulla nostra Penisola, pertanto le condizioni meteo si manterranno stabili, calde e assolate nella giornata di martedì, ma da mercoledì inizierà un cambio radicale della circolazione. L'afflusso di correnti instabili da Ovest porterà un generale aumento della nuvolosità al Centro-Nord, con primi rovesci e temporali sulle regioni settentrionali. Da giovedì la perturbazione interesserà anche le regioni centrali, in particolare i settori dell'entroterra e l'Appennino, a partire dalla Toscana con estensione ad Umbria e Marche, e dalla prime ore di venerdì anche su Lazio e successivamente sull'Abruzzo. Weekend con buona probabilità instabile su medio Adriatico, Sud peninsulare e parte della Sicilia. Nel contempo lo scenario Europeo mostra una vasta area di bassa pressione che abbraccia la Penisola Scandinava e si estende anche ai settori orientali del Continente. Mentre ad Ovest l'ex Uragano Danielle in progressivo indebolimento sta tracciando la sua traiettoria verso la Penisola Iberica.

TENDENZA METEO 19 - 26 SETTEMBRE:  nella settimana successiva il modello ECMWF mostra un evoluzione dell'anticiclone ad Ovest che andrà rafforzandosi sul comparto Atlantico, tra Penisola Iberica, Francia occidentale e Gran Bretagna. Mentre un anomalia negativa di geopotenziale a 500hPa, evidenzia la presenza di un area di bassa pressione situata sui Balcani, quindi sull'Europa dell'Est. Nello specifico la nostra Penisola potrà risentire di un flusso da Est, specie su Triveneto, regioni adriatiche e meridionali, laddove non si escludono fasi a tratti instabili, in un contesto climatico quasi autunnale in particolare nella prima parte della settimana, con possibili nevicate a quote di alta montagna.

TENDENZA METEO 26 SETTEMBRE - 3 OTTOBRE: evoluzione che mette in evidenza un anomalia positiva di geopotenziale a 500hPa sul Mediterraneo centro-orientale e sul comparto Atlantico. Pertanto un anticiclone ben saldo potrà mantenersi su questi settori, determinando condizioni di tempo stabile e caldo. Mentre si osserva la persistenza di un anomalia negativa di geopotenziale a 500hPa sulla Penisola Scandinava, sui Balcani, quindi sull'Europa dell'Est, con flusso orientale che potrà condizionare il tempo anche sul comparto Europeo centro-settentrionale. Nello specifico l'Italia, in particolare i settori alpini, le regioni di Nordest e dell'alto Adriatico, potranno subire gli effetti di queste correnti, con probabilità per brevi fasi instabili; andrà meglio altrove, salvo variabilità sull'entroterra.

TENDENZA METEO 3 - 10 OTTOBRE: scenario piuttosto incerto, vista la distanza temporale, con ECMWF che mostra un evoluzione dell'anticiclone verso il Mediterraneo centrale, con tendenza a tempo stabile specie tra Penisola Iberica, parte della Francia e sull'Italia, mentre si osserva nuovamente seppur più arretrata ad Est, la presenza di un area di bassa pressione tra Scandinavia ed Europa dell'Est. Tendenza da prendere con le pinze. 


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati