15 ottobre 2018
ore 17:33
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 33 secondi
 Per tutti

Nuovo allarme lanciato sui social per l'imminente distacco di un gigantesco iceberg dal ghiacciaio antartico di "Pine Island". Il blocco ha una superficie di 300km quadrati e segue di circa un anno o poco più la formazione di un altro immenso iceberg dalla zona di Larsen C, sempre in Antartide (qui l'approfondimento).. I problemi per quella zona dell'Antartide erano cominciati già un anno fa, a settembre del 2017 quando l'apertura di una grossa fenditura aveva formato un primo grosso frammento.

Blocco che nel corso dell'estate australe quindi tra i mesi di Dicembre 2017 e Gennaio 2018 si è frammentato in numerosi iceberg di più piccole dimensioni. Con l'arrivo dell'inverno australe 2018 questi pezzettini sono rimasti incastrati nella formazione di nuovo ghiaccio marino senza particolari movimenti.

A partire da Aprile-Maggio 2018 la formazione di nuovo ghiaccio marino ha gradualmente intrappolato questi frammenti in una matrice solida e cosi sono rimasti fino a tutto l'inverno australe che termina a Settembre. A partire da Ottobre 2018 la situazione è la seguente: il ghiaccio marino invernale mantiene ancora intrappolati i frammenti del vecchio distacco ma una nuova frattura si è aperta a monte del ghiacciaio. Nel corso dei prossimi mesi il ghiaccio marino si scioglierà e i frammenti precedenti resteranno di nuovo liberi mentre un nuovo grande iceberg di forma allungata si libererà tra il fronte glaciale e la frattura antistante.

Al momento non si possono fare previsioni sui tempi di separazione di questo nuovo gigantesco blocco ma trovandoci all'inizio del periodo estivo per l'Antartide è facile immaginare che ciò potrà avvenire nel corso dei mesi di Gennaio o Febbraio, fermo restando che la massa di ghiaccio resti integra e non si frammenti in pezzi più piccoli come la precedente. Ne seguiremo l'evoluzione.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati