11 ottobre 2021
ore 15:56
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 29 secondi
 Per tutti

CUMBRE VIEJA, NUOVE MINACCE DALLA LAVA E DAI GAS  TOSSICI: nonostante una sostanziale staticità nei parametri geofisici e geochimici gli esperti non si pronunciano in maniera positiva sull'evoluzione futura del vulcano. L'eruzione potrebbe durare ancora a lungo e nel frattempo ci sono ancora diverse minacce da tenere sotto controllo. L'ultima riguarda la distruzione di un polo industriale e in particolare di un cementifico dal cui incendio si stanno sprigionando dei gas tossici, motivo per il quale le autorità hanno dovuto disporre nuovi sgomberi e l'isolamento di una grossa area attorno alla zona. C'è poi una nuova colata lavica che sta avanzando lentamente sull'abitato di Todoque distruggendo quei pochi edifici che erano fino ad ora scampati. Infine è stato segnalato un parziale crollo della parete nord del cratere più attivo che potrebbe favorire un trabocco lavico sul versante opposto dell'Isola, quello orientale, che non è mai stato raggiunto dalla lava, ma attualmente questo rischio è molto basso.

Molte emergenze dunque con più di 6000 persone che restano lontane dalle proprie case e di cui molte hanno perso tutto. La Lava ha distrutto irreparabilmente o danneggiato quasi 1200 edifici e almeno un altro centinaio si trovano sul suo percorso. Inoltre si sono persi più di 5 milioni di metri quadrati di terreno, 500 ettari che non sarà mai più possibile coltivare. Gli esperti stanno monitorando anche la zona dove la lava ha raggiunto il mare, dopo una prima fase altamente esplosiva con forti emissioni di nubi di vapore e acido cloridrico ora la situazione sta migliorando perché la nuova lava si sta adagiando sul delta di roccia che si è formato senza entrare in contatto diretto col mare.



Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati