26 agosto 2019
ore 13:20
di Manuel Mazzoleni
tempo di lettura
2 minuti, 59 secondi
 Per tutti

ANCORA TEMPORALI DIURNI - La circolazione depressionaria, responsabile di diffusi temporali nelle ultime 48 ore in molte parti della nostra Penisola, si sta lentamente allontanando verso i Balcani, lasciando spazio alla timida rimonta di un campo di alte pressioni. Tuttavia, riuscirà ancora a mostrare i suoi effetti nel corso delle prossime ore in particolar dopo dalle prime ore del pomeriggio quando l'irraggiamento diurni favorirà la formazione di nuovi acquazzoni o temporali. Ancora una volta saranno i settori alpi e appenninici quelli maggiormente coinvolti, in particolar modo massicci abruzzesi, basso Lazio, Appennino campano-lucano, Appennino molisano, calabrese e tosco-emiliano. Fenomeni più isolati sono attesi anche su Gennargentu, Appennino siculo, rilievi etnei, Alpi, Prealpi centro orientali ed entro sera anche su Tavoliere, Gargano, Murge settentrionali, materano e catanese. Fenomeni che si esauriranno nel corso della serata lasciando spazio a una nottata asciutta ovunque.

DISAGI NELLA GIORNATA DI IERI - Nel pomeriggio-sera di ieri i temporali che hanno interessato molti parti della nostra Penisola hanno creato localmente dei disagi. Un forte temporale si èabbattuto nel pomeriggio di ieri sulla Capitale: particolarmente colpite l'area nord est ed il versante sud della città con il temporale estivo che ha creato disagi anche nei Comuni alle porte della Capitale ed in quelli dei Castelli Romani. Allagamenti hanno interessato la zona tra LuceVerde sulla via Appia, tra l'aeroporto di Ciampino e Frattocchie, in entrambi i sensi di marcia con ripercussioni anche su via dei Laghi e via di Capanne di Marino. Chiuso per allagamento il sottopasso di Ciampino. Problemi alla circolazione anche sulle supestrade, in particolare allagamenti e rallentamenti hanno interessato il tratto Urbano di A24 tra Grande Raccordo Anulare e Tangenziale est e sul GRA, fra Cassia e Casal del Marmo. Numerosi anche i rami spezzati che hanno interessato diversi strade della Capitale.

Danni vengono segnalati anche nel modenese: l'acqua ha messo in crisi la zona di Cittanova e Ponte Alto, chiusi due sottopassi. Nel centro commerciale problemi per Oviesse e Tezenis: infiltrazioni dal tetto.

Particolarmente colpiti dai temporali anche Molise, alta Puglia e Lucania settentrionale. Numerosi allagamenti hanno interessato nel pomeriggio di ieri la zona di Melfi, Tavoliere e la provincia di Terni. Numerosi gli interventi dei Vigili dei Fuochi a Poscargano, Settecani, Ponte San Lorenzo, Taizzano e Madonna Scoperta. Una tromba d'aria infatti ha causato la caduta di alcuni rami, oltre che sono segnalati diversi allagamenti a seguito della pioggia. Il temporale ha addirittura fermato una partita di calcio.

Forti temporali si sono abbattuti anche sulle interne sarde: fortemente colpita Sadali con accumuli prossimi ai 70 mm e strade che si sono trasformate in torrenti. 

Vuoi scoprire la tendenza per i prossimi 15 giorni in Italia? Consulta la nostra sezione a medio-lungo termine

Per conoscere in tempo reale dove sta piovendo o nevicando consulta la nostra sezione Radar, con immagini in Real Time delle precipitazioni sia a livello nazione che regionale.

Vuoi ricevere le previsioni per la tua regione o per l'Italia via mail? Iscriviti alla nostra newsletter

Resta connesso con 3bmeteo. Ci trovi su Facebook, Instagram, Twitter e Pintarest.

Sei un editore? Una istituzione? Un portale di servizi? Ti offriamo una soluzione professionale personalizzata e pronta in tempi brevissimi per fornire ai tuoi utenti una sezione meteo completa, funzionale e completamente integrata con il tuo sito.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati