29 maggio 2022
ore 23:52
di Carlo Migliore
tempo di lettura
5 minuti, 27 secondi
 Per tutti

ORE 18:00 TEMPORALI AL CENTRO SUD, ANCHE FORTI E CON GRANDINE GROSSA A CAMPOBASSO - L'instabilità è tornata ad affacciarsi su parte della Penisola in queste ultime ore. Già in tarda mattinata numerosi temporali, anche forti avevano interessato il Salento con accumuli fino a 40mm nella zona di Maglie (Lecce), nel primo pomeriggio altre cellule temporalesche si sono sviluppate in Molise con scrosci di pioggia e forti grandinate di grosse dimensioni nella zona di Campobasso con accumuli fino a 45mm. Molti i danni alle auto, ai tetti e ai frutteti in tutta la zona. 

Contemporaneamente altri cumulonembi sono nati sulle zone interne della Campania con temporali tra il Beneventano e il Casertano, qualcuno fino alle porte di Napoli nella zona di Nola. Gli accumuli maggiori nella provincia appenninica di Benevento con punte di 30mm. Attualmente mentre vi scriviamo stanno nascendo altri temporali a cavallo tra Toscana, Umbria e Marche con i nuclei più attivi tra Montevarchi, Reggello, Arezzo, Bibbiena, Gubbio e Fabriano. Si tratta di fenomeni in sviluppo ulteriore e gli accumuli sono solo provvisori. Temporali anche tra Basilicata e Puglia fino al Tarantino. Al nord la situazione è più tranquilla, la nuvolosità diffusa e le basse temperature hanno inibito fenomenologie importanti, qualche scroscio è comunque segnalato tra il basso Friuli, il basso Veneto e l'Emilia Romagna.

TEMPERATURE MASSIME SOTTO MEDIA AL NORD E SULL'ADRIATICO - Se i valori minimi della notte sono risultati più bassi della giornata precedente fino a 10°C, un divario ancora maggiore vale per i valori massimi che sono risultati sotto media su tutte le regioni settentrionali, le Marche e l'Abruzzo. In Val Padana massime raramente superiori ai 20°C più spesso comprese tra 17 e 19, poco di più sul medio Adriatico. La città di Milano ha perso 12°C rispetto a sabato con una massima di 20°C, Torino ne ha persi ben 13°C attestandosi oggi sui 18°C. Stessa cosa per Verona, Bologna, Ferrara tutte con 12-13°C in meno rispetto al sabato. Il medio adriatico perde invece dai 7 ai 9°C rispetto alla giornata precedente. Diminuzioni anche sul resto della Penisola ma meno evidenti di queste con una perdita di 3-5°C rispetto a sabato. Bolzano e Cuneo possiamo dirlo, le più fredde, con una massima di 15°C, sono valori da fine marzo. La più calda Olbia con 31°C.

--------------

LA SITUAZIONE ORE 8:00 - L'ingresso di aria più fredda di matrice nord europea sul bacino del Mediterraneo ha determinato un vistoso peggioramento del tempo sulle regioni centro settentrionali con forti temporali e violente grandinate che si sono protratti soprattutto al Nordovest in Piemonte fino alle prime ore della notte. Gli accumuli sono stati abbondanti soprattutto nell'Alessandrino dove sono caduti fino a 65mm di pioggia. Impressionante la grandinata che ha colpito Tortona nella provincia di Alessandria con centinaia di auto danneggiate e frutteti distrutti:

Grandine intensa e di grosse dimensioni anche nella provincia di Torino, qui siamo a Mazzè

Situazione analoga in provincia di Vercelli, qui siamo a Tricerro

I forti venti di Bora hanno causato delle mareggiate lungo le coste adriatiche, nel Veneziano alcuni lidi sono stati erosi dalla furia del mare

C'è stato anche un considerevole calo delle temperature, scese rispetto alle 24 ore precedenti fino a 8-10°C in meno, talora sulle zone alpine anche di 15°C. Stamattina all'alba diffusi valori intorno ai 12/14°C sono stati registrati praticamente su tutta la Pianura Padana, ieri alla stessa ora eravamo attorno ai 20/22°C. Proprio questo calo termico ha fatto venir meno i grossi contrasti termici che erano stati alla base delle forti fenomenologie della giornata di sabato e la situazione è migliorata. Ci sono ancora delle piogge e dei rovesci in atto, anche dei temporali, soprattutto sulla dorsale appenninica centrale e localmente anche sulle zone alpine e Prealpine orientali ma gli accumuli sono modesti e non vengono segnalate grandinate per il momento. Temporali forti hanno invece interessato nella notte e fino alle prime ore della mattina la Calabria tirrenica con accumuli che sfiorano i 120mm. Molti i disagi nella zona di Belvedere Marittimo a causa di numerose frane e colate di fango che hanno invaso sottopassi, scantinati e anche alcuni negozi. Diversi gli interventi dei Vigili del Fuoco anche nella zona di Fuscaldo.

EVOLUZIONE PROSSIME ORE: la pressione è in graduale aumento da ovest e sia la saccatura fredda nord atlantica che il minimo afro mediterraneo evolveranno gradualmente verso est, tuttavia la presenza in quota di aria molto fresca favorirà soprattutto nel corso del pomeriggio una nuova recrudescenza dell'instabilità sui settori peninsulari. Rovesci e temporali anche localmente intensi e talora accompagnati da grandinate sono attesi lungo la dorsale appenninica centrale e meridionale ma qualche fenomeno potrà interessare anche le zone costiere, in particolare quelle del medio Adriatico. Un netto miglioramento è invece atteso sulle Isole Maggiori.

METEO DOMENICA PROSSIME ORE: Nord, iniziali condizioni di nuvolosità diffusa con clima molto fresco, persino autunnale accompagnato da qualche pioggia sparsa sui settori alpini e prealpini centro orientali. Nel corso del pomeriggio ampie aperture si faranno strada al Nordovest e sulla Lombardia mentre qualche piovasco interesserà ancora le Alpi orientali e localmente l'Emilia Romagna soprattutto la dorsale appenninica. In serata tempo discreto quasi ovunque con qualche annuvolamento su Alpi/Prealpi centro orientali e Appennino emiliano ma con fenomeni poco rilevanti. Centro, al mattino ancora qualche piovasco o temporale tra Umbria, Marche e Abruzzo, isolatamente anche lungo la dorsale laziale, ampie schiarite altrove. Nel pomeriggio nuovi temporali sulle zone interne, localmente intensi, specie in Umbria e isolatamente fino alla costa marchigiana. In serata ancora qualche annuvolamento sulle Marche ma con fenomeni poco rilevanti. Sud, al mattino qualche temporale sulla Calabria meridionale e localmente sul Salento in rapido assorbimento. Più sole altrove. Nel pomeriggio temporali in sviluppo sulle zone interne appenniniche e localmente anche nell'entroterra adriatico soprattutto nel Salento, poche nubi altrove. In serata rapido miglioramento ovunque. Temperature in ulteriore calo sui settori Peninsulari, stabili sulle Isole Maggiori. Venti ancora moderati settentrionali al Nord e sulla Sardegna, moderati meridionali al Sud. Mari mossi o localmente molto mossi.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati