29 febbraio 2024
ore 23:50
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
4 minuti, 29 secondi
 Per tutti
Cronaca meteo Italia
Cronaca meteo Italia

AGGIORNAMENTO ORE 19. TEMPORALI CON GRANDINE IN SICILIA, TORNA LA PIOGGIA TRA EMILIA E LOMBARDIA - Pomeriggio all'insegna di condizioni di marcata instabilità anche in Sicilia con piogge e temporali in formazione a partire dalle aree interne. I fenomeni temporaleschi, sparsi e localizzati, impulsivi e dai connotati primaverili, hanno coinvolto anche Catania, Siracusa e Caltanissetta; rovesci di grandine e graupel hanno imbiancato Enna, mentre la neve è tornata a cadere a tratti alle medio-alte quote dell'Etna e sulle cime dei Nebrodi e delle Madonie. Frattanto le piogge hanno guadagnato terreno verso Nord: è tornata la pioggia tra l'Emilia e le province centro-orientali della Lombardia.

AGGIORNAMENTO ORE 16,45. L'INSTABILITA' SI CONCENTRA SUL MEDIO-BASSO ADRIATICO. Nel corso del pomeriggio piogge e rovesci si sono concentrati soprattutto sul versante adriatico centro-meridionale, coinvolgendo basse Marche, Abruzzo, Molise e Puglia. Coinvolte soprattutto le zone costiere e il Gargano, con accumuli pluviometrici che raggiungono i 50mm sul Foggiano.

AGGIORNAMENTO ORE 12,15. INSTABILITA' IN INTENSIFICAZIONE TRA LUCANIA E PUGLIA. I temporali che al mattino hanno interessato Calabria e Lucania si stanno ora spostando verso nordest e cominciano a raggiungere la Puglia centro-settentrionale. Fenomeni temporaleschi impegnano ora le Murge, rovesci diffusi sul Foggiano, ma anche in Basilicata sul Materano, dove gli accumuli pluviometrici viaggiano verso i 40mm.

ROVESCI IN ABRUZZO. La perturbazione risulta piuttosto attiva anche sull'Italia centrale, coinvolgendo soprattutto il versante adriatico, Abruzzo in primis. Fenomeni diffusi stanno impegnando le zone interne ma piogge più deboli sconfinano ormai fino alla costa.

SITUAZIONE ORE 8. Un vortice in azione tra le isole maggiori e la Tunisia sta pilotando una perturbazione che si inarca verso l'Italia, generando locali condizioni di forte instabilità. Il fronte in questione sta coinvolgendo molte regioni da sud verso nord, dalla Calabria, dove sono in corso fenomeni anche violenti, fino alla Pianura Padana, compresi tratti della Sardegna.

FORTI TEMPORALI IN CALABRIA. Una linea temporalesca ben strutturata si è sviluppata sulla Calabria e sta dando luogo a rovesci e temporali anche di forte intensità, in particolare sulla Sila. Si registrano già accumuli pluviometrici di quasi 80mm sul Cosentino, anche se nelle ultimissime ore il clou dei fenomeni si è spostato verso il Crotonese e risale in direzione del Pollino lungo il versante ionico. Si segnalano inoltre forti raffiche di Scirocco in Calabria con punte di 80km/h sul Catanzarese.

PIOGGE E TEMPORALI TRA CAMPANIA E LUCANIA. Lo stesso sistema frontale, sviluppandosi verso nord, impegna Campania e Lucania con rovesci localmente temporaleschi e accumuli pluviometrici che hanno già superato i 40mm sul Pollino e sul Cilento. Piogge e rovesci anche a Napoli, seppur in attenuazione dall'alba.

ROVESCI TRA LAZIO E MEDIO ADRIATICO, NEVE IN APPENNINO. Si segnalano rovesci sul Centro Italia che hanno interessato il Lazio nella notte, specie meridionale, poi attenuatisi con l'alba. I fenomeni sulle regioni centrali si stanno concentrando in queste prime ore del mattino tra Abruzzo interno e Marche, in particolare tra Majella e Gran Sasso, dove tra l'altro i fenomeni assumono carattere nevoso oltre i 1600/1800m. Un po' di neve anche sui Sibillini oltre i 1800m.

QUALCHE PIOGGIA IN VAL PADANA. Il ramo più settentrionale del fronte sta interessando la Pianura Padana, specie le aree meridionali tra Emilia Romagna, basso Veneto, bassa Lombardia e basso Piemonte, con fenomeni di intensità tra debole e moderata.

RISCHIO VALANGHE ELEVATO SULLE ALPI. In seguito alle recenti abbondanti nevicate rimane elevato il rischio valanghe sulle Alpi, specie su quelle centro-occidentali, complice anche la mancanza di freddo per lo Scirocco che sta risalendo l'Italia. E' pari a 3 o 4 (marcato o forte) nella scala da 1 a 5 su gran parte dei rilievi piemontesi, valdostani e lombardi, leggermente inferiore sulle Alpi orientali. Proprio nella giornata di ieri, mercoledì, una valanga ha travolto tre scialpinisti tedeschi in Alto Adige, provocando una vittima.

METEO PROSSIME ORE. Al Nord piogge sparse su Emilia Romagna, basso Veneto e basso Piemonte, in risalita nel corso della giornata verso nord fino alle pianure settentrionali e in serata all'arco alpino, dove cadrà un po' di neve oltre i 1600m circa. Fenomeni generalmente deboli o moderati, un po' più frequenti sulla Romagna. Al Centro piogge e rovesci al mattino su adriatiche e basso Lazio, in intensificazione dapprima sull'Abruzzo e nel pomeriggio sulle Marche, con fenomeni anche temporaleschi. Piogge in arrivo anche su Umbria e Toscana, tendenza a temporanee schiarite invece sul Lazio. Neve in Appennino oltre i 1700/1800m. Al Sud piogge e temporali al mattino su alta Calabria e Lucania, in estensione alla Puglia dal pomeriggio con fenomeni localmente intensi e a carattere di nubifragio. Maggior variabilità in Campania con temporanee schiarite in giornata, seguite da una ripresa dell'instabilità in serata. Iniziali schiarite su bassa Calabria e Sicilia ma con piogge e qualche rovescio dal pomeriggio, specie sulle aree centro-settentrionali dell'isola. In Sardegna spiccata variabilità con qualche rovescio in attenuazione in serata. Temperature in lieve aumento. Venti tesi, da sudest al Sud, da est-nordest al Nord. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia.


Segui 3BMeteo su Fecebook


Articoli correlati