11 gennaio 2022
ore 12:34
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 18 secondi
 Per tutti
Il ciclone tropicale Tiffany nel momento del landfall nel Queensland
Il ciclone tropicale Tiffany nel momento del landfall nel Queensland

Tra domenica e lunedì il ciclone tropicale Tiffany, dopo essersi formato sul Mar dei Coralli, ha attraversato da est ad ovest il Queensland settentrionale, con forza equivalente a quella di un uragano atlantico di categoria 1. Il suo impatto sulla terraferma è stato devastante ed ha causato danni ingenti, per le inondazioni che hanno distrutto intere strade e per numerose frane avvenute. Il landfall è avvenuto sulla costa in prossimità di Cooktown, nella Riserva Naturale del Fiume Endeavour, con raffiche di vento fino a 130km/h e piogge che in breve tempo si sono fatte torrenziali.


Ripercussioni del maltempo legato al ciclone tropicale si sono avute nel weekend anche più a sud, fino a Maryborough, dove una persona ha perso la vita domenica, quando alcune tubature sotterranee sono esplose riversando il loro carico di acqua sulla strada trasformandola in un torrente che ha trascinato via il conducente di un'auto, uccidendolo. Una ragazza è dispersa, trascinata dalla forza dell'acqua che ha travolto l'auto su cui stava viaggiando e le ricerche sono ancora in corso.

La rotta prevista di Tiffany
La rotta prevista di Tiffany

Ora Tiffany è stato declassato a tempesta tropicale ed ha abbandonato la terraferma buttandosi sul Golfo di Carpentaria mentre prosegue la sua corso verso est. Ben presto raggiungerà di nuovo la terraferma e mercoledì è previsto un nuovo landfall sulla costa nordorientale dello stato dei Territori del Nord, nella zona del Limmen National Park, con venti che non dovrebbero superare gli 80km/h ma con piogge ancora molto abbondanti.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati

3BMeteo si veste di rosa

×