15 ottobre 2019
ore 22:10
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
5 minuti, 19 secondi
 Per tutti

AGGIORNAMENTO ORE 15,45. Continua ad avanzare lentamente verso est la perturbazione giunta dall'Atlantico ed i fenomeni più intensi si concentrano ora su Piemonte orientale, Levante Ligure, Lombardia centro-occidentale ed ovest Emilia. Si sono attenuati invece sul Piemonte occidentale e sul Ponente Ligure dove sono subentrate alcune schiarite. Resta critica la situazione in Liguria, in particolare sul Genovese, dove gli accumuli pluviometrici raggiungono punte locali di 480mm, con esondazione del torrente Stura e diversi allagamenti e rallentamenti nella circolazione stradale e ferroviaria dovuta a frane e smottamenti. Notevoli gli accumuli anche sul basso Piemonte al confine con la Liguria, dove si raggiungono i 250mm, con il torrente Orba che ha raggiunto il livello di guardia nell'Alessandrino. Sulle Alpi piemontesi e valdostane è tornata la neve oltre i 2200/2400m, con accumuli anche di alcuni centimetri a quote più elevate, superiori ai 2500m.

Nel frattempo qualche temporale ha raggiunto la Sardegna e il Tirreno centro-settentrionale, con fenomeni sull'alta Toscana e sul medio-basso Lazio, mentre altri lambiscono l'ovest della Sicilia. Bel tempo invece al Sud e sul medio Adriatico, con clima caldo grazie alle correnti di Scirocco e temperature fino a 27°C in Puglia.

AGGIORNAMENTO ORE 12,20. La perturbazione continua a coinvolgere l'Italia nordoccidentale con piogge battenti, temporali e fenomeni di forte intensità. Intanto sulle Alpi inizia ad affluire aria più fredda in quota che sta determinando un abbassamento delle temperature e della quota neve in Piemonte e Valle d'Aosta. Su queste zone alpine infatti i fiocchi cadono oltre i 2200/2400m, abbondanti oltre i 2500m sulla zona del Sestriere, così come sulle zone orientali della Valle d'Aosta.

AGGIORNAMENTO ORE 10. Mentre iniziano ad attenuarsi le piogge sul settore ligure di Ponente, quantomeno sulle zone costiere, proseguono su quello di Levante, con i temporali che dalla Provincia di Genova cercano di avvicinarsi allo Spezzino. Gli accumuli pluviometrici totali da inizio evento perturbato toccano in alcuni casi i 450mm sulla zona di Genova, dove comunque i fenomeni hanno subito una certa attenuazione nel corso del mattino. Ma le forti piogge hanno innalzato notevolmente il livello dei fiumi, primo fra tutti quello dello Stura che è ormai esondato nei comuni di Campo Ligure, Masone e Rossiglione. A rischio anche il Polcevera. L'Aurelia è chiusa al traffico in entrambe le direzioni all'altezza di Arenzano a causa di una frana. Disagi anche nell'entroterra sulla statale del Turchino sempre per alcuni smottamenti.

Intanto le piogge sono battenti anche su tutto il Piemonte, la bassa Valle d'Aosta e l'ovest della Lombardia. In Piemonte gli accumuli pluviometrici superano i 200mm sull'Alessandrino al confine con la Provincia di Genova (250mm a Capanne Marcarolo). Si è notevolmente ingrossato il Tanaro in Valle Belbo nel Cuneese, ormai oltre il livello di guardia.

AGGIORNAMENTO ORE 8. E' entrata in azione nella serata di ieri, lunedì, e si è notevolmente intensificata ella notte l'attesa perturbazione provenuta dall'Atlantico. A farne direttamente le spese il Nordovest, con forti piogge e temporali che si stanno scaricando i Liguria e sul basso Piemonte, anche a carattere di nubifragio. Particolarmente colpita la zona tra Genova e Savona e il rispettivo entroterra, dove gli accumuli pluviometrici in poche ore hanno localmente superato l'incredibile valore di 400mm, portando inevitabilmente ad alcune situazione di criticità. E' stata cancellata la linea ferroviaria tra Voltri e Cogoleto a causa di allagamenti sulla sede ferroviaria e dei guasti nell'impianto elettrico. Le forti precipitazioni cadute a Genova nella notte hanno costretto alla chiusura di alcune vie, tra cui Via Ronchi e Via Simone Pacoret de Saint Bon. Alcuni corso d'acqua si sono notevolmente ingrossati raggiungendo il livello di piena straordinaria, come il torrente Stura a Campo Ligure (GE). Allagamenti anche sull'A10 e chiusura dell'uscita Genova Pegli. Alcune scuole della Liguria oggi rimarranno chiuse per il maltempo.

La perturbazione impegna anche il resto del Nordovest, prima di tutto il Piemonte con piogge e rovesci che interessano l'intera regione portandosi fin su Valle d'Aosta e Lombardia, ma è sul basso Piemonte al confine con la Liguria che si registrano i fenomeni più intensi, per la maggior vicinanza al nucleo più perturbato che si sta scaricando sul Genovese. In una notte superati infatti i 180mm nell'Alessandrino tra la Valle Stura e la Valle del Gorzente.

Situazione sotto controllo sul resto del Nord, con solo qualche pioggia sull'ovest dell'Emilia, così come sull'alta Toscana. Nulla di fatto sul resto d'Italia con tempo stabile e schiarite prevalenti.

PROSSIME ORE. La perturbazione si estenderà dal Nordovest verso il Triveneto nel corso della giornata interessando anche l'Emilia Romagna con piogge e rovesci anche temporaleschi, mentre dal tardo pomeriggio inizieranno ad esaurirsi al Nordovest dove subentreranno graduali schiarite che verso sera si estenderanno verso il Nordest. In giornata forti temporali attesi anche sul Levante Ligure con fenomeno che si intensificheranno sull'alta Toscana estendendosi rapidamente alle regioni tirreniche raggiungendo entro sera la Campania e la Sicilia. In serata qualche rovescio o temporale in sconfinamento al medio Adriatico, rimangono asciutti invece il basso Adriatico e lo Ionio con prevalenza di schiarite. Un po' di variabilità in Sardegna con qualche temporale sulle aree settentrionali soprattutto nella seconda parte della giornata. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia.

Nel seguente video gli allagamenti di questa notte nella zona di Arenzano (GE):

Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia.

Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.

Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.

Allerte previste nei prossimi giorni: clicca qui.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione delle webcam.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.

Precipitazioni previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Temperature previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Per conoscere in tempo reale dove sta piovendo o nevicando consulta la nostra sezione Radar, con immagini in Real Time delle precipitazioni sia a livello nazione che regionale.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati