9 settembre 2019
ore 15:30
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
3 minuti, 11 secondi
 Per tutti

AGGIORNAMENTO LUNEDÌ ORE 8,30. La perturbazione giunta domenica ha interessato ancora tra la sera di ieri e la notte l'estremo Nordest con ulteriori rovesci e temporali che si sono concentrati soprattutto sul Friuli VG, determinando accumuli pluviometrici fino a circa 30mm sulla zona di Udine. Temporali hanno bersagliato dal pomeriggio-sera di domenica il basso Piemonte e sono sconfinati alla Liguria, mentre altri hanno preso di mira l'Emilia sconfinando verso l'Adriatico. E' andato definitivamente migliorando il tempo sulle Alpi centro-occidentali, dopo la forte instabilità di domenica accompagnata anche da nevicate a quote relativamente basse per la stagione.

AGGIORNAMENTO DOMENICA ORE 16,30. Si concentrano al Nordest i fenomeni legati all'intensa perturbazione pilotata dalla saccatura di bassa pressione posizionata sull'Europa centrale. Forti rovesci e temporali si scaricano nel pomeriggio di domenica soprattutto sul Friuli, dove gli accumuli pluviometrici raggiungono punte di oltre 60mm sulla zona di Udine, dove nel pomeriggio si sono avuti nubifragi fin in città accompagnati da intense fulminazioni e grandine. Contemporaneamente nuovi temporali si sono attivati in Piemonte a ridosso dell'arco alpino e soprattutto sul Cuneese, sconfinati alla Liguria tra Savona e Genova.

AGGIORNAMENTO DOMENICA ORE 11,30. La perturbazione insiste su Emilia Romagna e Triveneto con piogge e temporali anche forti e localmente grandinigeni. In mattinata segnalate grandinate sul Vicentino, fenomeni intensi sul Bellunese dove gli accumuli pluviometrici sfiorano ormai i 70mm, nubifragi e allagamenti nel Padovano. Piogge e temporali stanno raggiungendo in mattinata le coste venete e il Friuli occidentale. Fenomeni a tratti intensi si scaricano sull'Emilia Romagna, soprattutto sulle aree appenniniche, con accumuli pluviometrici di quasi 40mm dalla mezzanotte sulla zona del Cimone.

AGGIORNAMENTO DOMENICA ORE 8,30. Pilotata da una saccatura depressionaria posizionata sull'Europa centrale una nuova perturbazione di matrice nord atlantica ha raggiunto l'Italia. In Lombardia si segnalano accumuli pluviometrici di oltre 90mm sulle Prealpi lecchesi, fino a 70/80mm tra Comasco e alto Milanese, mentre poco coinvolti sono stati i settori lombardi centro-meridionali. L'aria fredda che spinge il fronte ha provocato nevicate sulle Alpi fino a 1600/1800m in Valtellina imbiancando anche Livigno.

Nel frattempo il fronte si è esteso verso est raggiungendo il Triveneto con piogge e temporali su alto Veneto e Trentino AA e fiocchi che cadono sulle Dolomiti dai 1800/1900m. Estendendosi contemporaneamente verso sud i fenomeni hanno fatto la loro comparsa su Levante Ligure, Emilia e alta Toscana coinvolgendo in particolare la Versilia, dove nella notte piogge e temporali hanno favorito accumuli pluviometrici fino a 50mm.

Le restanti regioni centrali e quelle meridionali rimangono invece fuori dal raggio d'azione della perturbazione e si trovano in condizioni di maggior stabilità, pur con qualche addensamento in prossimità del basso Tirreno.

Nel seguente video la grandinata di domenica a Pietra Ligure (SV):


Nel seguente video ancora la nevicata di ieri a Livigno (SO):

Nel seguente video la situazione a Fumane, nel Veronese:

Nel seguente video la situazione ad Albenga (SV):

Temperature previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Precipitazioni previste nei prossimi giorni. Ecco i dettagli grafici.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione delle webcam.

Sei curioso di sapere quale sarà la locala più calda in Italia nei prossimi giorni? Scoprilo cliccando qui.

Consulta la situazione in tempo reale attraverso le misure del satellite geostazionario acquisite e rielaborate da 3BMeteo.

Guarda i video che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui.

Allerte previste nei prossimi giorni: clicca qui.

Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.

Per conoscere lo stato dei mari e dei venti clicca qui.

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati