20 settembre 2022
ore 15:26
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 3 secondi
 Per tutti
Il tifone Namnadol al momento del landfall in Giappone
Il tifone Namnadol al momento del landfall in Giappone

E' salito a quattro il numero delle vittime in seguito al passaggio del tifone Namnadol sul Giappone, uno dei più violenti degli ultimi decenni, mentre i feriti sono oltre cento. Il tifone ha toccato terra domenica sull'isola di Kyushu con venti fino a 235k/h, paragonabili a quelli di un uragano atlantico di categoria 4 e ha successivamente attraversato la centrale isola di Honshu da sudovest a nordest, indebolendosi e abbandonandola in queste ultime ore.


Nonostante i suoi effetti sia siano ora notevolmente attenuati la devastazione continua a regnare nell'area sudoccidentale dell'Arcipelago del Sol Levante, a causa delle numerosissime frane e delle utenze ancora senza energia elettrica, 140000 secondo fonti locali. Anche Tokyo è stata coinvolta dal passaggio di Namnadol, seppur con effetti meno disastrosi. Alcune linee metropolitane sono state sospese a causa delle inondazioni, cancellati diversi treni ad alta velocità, traghetti e voli.


Il centro di ciò che resta del tifone ormai indebolito si trova ora in prossimità della costa nordorientale dell'isola di Honshu e si sta spostando molto rapidamente verso est-nordest alla velocità di 40km/h, tanto che nelle prossime ore uscirà di scena perdendosi al largo del Pacifico e dissipandosi.



Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati