24 maggio 2021
ore 23:54
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
6 minuti, 39 secondi
 Per tutti
Sole e caldo intenso al Sud, pioggia e clima autunnale al Nord
Sole e caldo intenso al Sud, pioggia e clima autunnale al Nord

PIENO AUTUNNO AL NORD E SU PARTE DEL CENTRO: pioggia battente come se fosse ottobre o novembre, insistente e intensa con accumuli abbondanti, fino a 50mm in Veneto, 40mm in Liguria, 35-40 in Lombardia, 25-30mm in Toscana. Il maltempo si è fermato lungo una linea quasi netta tra Toscana, Umbria e alte Marche. Sul resto del Centro pur con tratti di cieli nuvolosi e qualche locale pioviggine il tempo è stato nettamente più clemente anche e soprattutto perché non c'è stato il calo termico che invece ha interessato le altre zone. Temperature scese sotto media su tutte le regioni del Nord, sull'alta Toscana e le Marche. Valori autunnali 15-17°C in Valpadana, non oltre i 16-18°C su Liguria, alta Toscana e alte Marche. Da questi valori molto freschi si sono salvati come dicevamo quasi tutta l'Umbria, il Lazio e l'Abruzzo dove si è fatto sentire anche il caldo. Ben 30°C a Roma, 32°C nell'entroterra Abruzzese, nel Chietino, 27°C a l'Aquila. 30°C anche a Terni. Solo 20°C a Firenze, Pesaro, Ancona

PIENA ESTATE AL SUD: se si esclude qualche velatura del cielo, il sole splendente e il caldo intenso hanno caratterizzato questo penultimo lunedì di maggio su tutte le regioni meridionali. Sfondati i 30°C quasi ovunque sulle pianure interne con punte di 33°C nell'entroterra campano, pugliese, siciliano e calabrese. Toccati i 35°C sul Messinese tirrenico e nella provincia di Barletta, Andria, Trani e Bari. Più fresche le coste a causa delle brezze e di un mare ancora freddo con notevoli escursioni tra il litorale e l'entroterra anche di 9-10°C in poche centinaia di metri come accaduto nel primo pomeriggio alle 14:00 a Bari quando il termometro sulla costa segnava 23°C mentre quello posto nel centro della città ben 31°C.

--

TEMPORALI IN TOSCANA. Si segnalano anche alcuni temporali che dal Tirreno hanno raggiunto l'alta Toscana nel primo pomeriggio, legati al fronte in transito sulle regioni settentrionali e su parte di quelle centrali. In particolare tuoni e fulmini hanno coinvolto le zone tra Pisa, Massa e Lucca, dove si raggiungono accumuli pluviometrici di oltre 30/35mm dalla mezzanotte.

PUNTE DI 34°C AL SUD. Continuano a salire le temperature sulle regioni centro-meridionali con valori fino a 30/31°C sul basso Lazio nel pomeriggio di oggi, ma le punte più elevate si raggiungono nel nord della Sicilia con valori fino a 34°C nel Messinese tirrenico e sull'entroterra di Bari. Molto caldo anche nel resto del Meridione, ad eccezione di buona parte delle coste ioniche dove si registrano temperature davvero curiose. Le umide correnti di Scirocco che scorrono sullo Ionio creano una nuvolosità bassa di tipo marittimo che impedisce al sole di scaldare e mantiene i valori intorno a 20°C, come sta accadendo su Basilicata e Puglia. A pochi chilometri di distanza invece, laddove la nuvolosità non arriva, si registrano anche 10°C in più. E' quanto sta accadendo ad esempio sul Leccese, con 19°C a Santa Maria di leuca e 29°C a Surano, circa 30km più a nord.

FINO A 40MM AL NORDEST. E' sulle regioni nordorientali, compresa l'Emilia Romagna, che la perturbazione di inizio settimana sta generando le piogge più intense. In Veneto si superano localmente i 40mm di accumulo pluviometrico nel pomeriggio, con Padovano e Veneziano che risultano le aree più colpite. Non da meno l'Emilia con accumuli di oltre 35mm sul basso Modenese, poco meno in Lombardia sul Mantovano. Situazione già in miglioramento invece all'estremo Nordovest con piogge in esaurimento sui settori occidentali di Valle d'Aosta, Piemonte e Liguria dove si notano le prime timide schiarite.

RAGGIUNTI 33°C IN SICILIA. Continuano a salire le temperature sulle regioni meridionali e centrali, tanto che in Sicilia non è nemmeno metà giornata e si sono già raggiunti 33°C. E' quanto segnano le stazioni di Barcellona Pozzo di Gotto e di Spadafora, entrambe nel Messinese, dove soffiano anche raffiche di vento da sudest che trasportano aria secca in caduta dai rilievi retrostanti. Si segnalano poi 32°C in Campania nel Salernitano, 31°C in Puglia a Bitonto (BA).

OLTRE 20MM AL NORD. La perturbazione continua ad intensificare i propri effetti nel corso della mattinata sulle regioni settentrionali, alle prese con un'ondata di maltempo. Piogge diffuse stanno impegnando l'intero Settentrione e gli accumuli pluviometrici in poche ore hanno già localmente superato i 20mm, come sta avvenendo sulla pianura lombarda dove si contano quasi 25mm sul Cremonese.

SITUAZIONE. A dettare il tempo di inizio settimana è una profonda depressione ad ovest delle Isole Britanniche che estende la sua influenza fino alle latitudini mediterranee, dove favorisce la formazione di un vortice secondario in movimento da Baleari e Corsica verso il Nord Italia. Da questo si sviluppa un'intensa perturbazione che ha raggiunto le nostre regioni settentrionali e da luogo a condizioni di maltempo che coinvolgono anche Sardegna e regioni dell'alto Tirreno. La stessa depressione in movimento sul Mediterraneo innesca il richiamo di correnti calde di Scirocco che contribuiscono a far ulteriormente aumentare le temperature sulle regioni meridionali e su quelle adriatiche, tanto che la giornata odierna vedrà il culmine del caldo.

PIOGGE INTENSE SU LIGURIA E VAL PADANA. In risalita da sud verso nord la perturbazione ha agguantato il Nord Italia e sta determinando l'intensificazione delle piogge su Liguria e Pianura Padana in avvio di mattinata, ma le precipitazioni si stanno rapidamente propagando all'arco alpino tanto che piove già sui rilievi piemontesi e lombardi.

TEMPORALI IN SARDEGNA, PIOGGE SUL CENTRO PENINSULARE. Il ramo più meridionale del fronte sta impegnando la Sardegna con passaggio di piogge e temporali in moto da ovest ad est ma coinvolge anche parte delle regioni centrali peninsulare con piogge sparse su Toscana, Lazio, Umbria e Marche, anche se le piogge più consistenti sono limitate all'alta Toscana.

CALDO INTENSO AL SUD. Continuano a salire le temperature sulle regioni meridionali dove la colonnina alle ore 8 segna già 28°C su alcune stazioni del Palermitano e del Messinese, favorite anche da alcune raffiche di vento di caduta dai rilievi retrostanti. Il tempo sulle regioni meridionali si mantiene stabile, ma il sole non è presente ovunque. Sulle regioni ioniche infatti è presente una nuvolosità piuttosto compatta, la Lupa, innescata dal flusso umido di Scirocco che scorre sullo Ionio e che impatta sulle coste del Golfo di Taranto ma anche sulle coste ioniche in genere, fin sullo Stretto di Messina.

Effetto 'Lupa' sullo Stretto di Messina
Effetto 'Lupa' sullo Stretto di Messina
Effetto 'Lupa' sullo Stretto di Messina
Effetto 'Lupa' sullo Stretto di Messina

METEO PROSSIME ORE. Sin dal mattino cieli chiusi e piogge diffuse al Nord e sulla Toscana centro-settentrionale. Nel pomeriggio piogge diffuse ed abbondanti su Levante Ligure, Emilia, Lombardia, Triveneto e alta Toscana che persisteranno fino a sera, anche con qualche temporale, mentre da ovest si andrà verso una loro attenuazione accompagnata da qualche schiarita a partire da Piemonte e Ponente Ligure. Alcune piogge anche sul nord della Sardegna e localmente Umbria, alte Marche e alto Lazio. Sul resto delle regioni centrali e al Sud prevarrà invece il bel tempo, pur con passaggio di stratificazioni alte sul resto del Lazio e sull'Abruzzo e tendenza ad aperture sulle coste ioniche peninsulari. Le temperature caleranno al Nord, in Toscana e Sardegna, mentre aumenteranno altrove e sensibilmente al Sud, tanto che sono attesi picchi di 32/34°C sulle zone interne della Puglia e della Sicilia, specie sudorientale. Venti di Scirocco moderati o tesi, di Maestrale sul Mar di Sardegna. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia. Per l'evoluzione attesa in settimana clicca qui.

Meteo Italia prossime ore
Meteo Italia prossime ore

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati