6 gennaio 2022
ore 23:49
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
4 minuti, 8 secondi
 Per tutti
Cronaca meteo Italia
Cronaca meteo Italia

50mm TRA ROMAGNA E MARCHE, L'INSTABILITA' ORA INTERESSA SOPRATTUTTO IL SUD E LE ISOLE MAGGIORI - Un vortice di bassa pressione ben strutturato a tutte le quote ha posizionato il suo minimo sulla Sardegna rinnovando instabilità soprattutto al Centro-Sud. Dopo gli accumuli abbondanti che hanno toccato e talora anche superato i 50mm tra la Romagna e le Marche ora il tempo è migliorato su tutto il Nord. Il sole è tornato anche sulle recenti nevicate dell'Appennino ligure ed emiliano con un tramonto spettacolare:

In queste ultime ore, come detto l'instabilità si sta attardando sulle Isole Maggiori e al Sud ma si tratta di fenomeni nel complesso modesti che solo occasionalmente si presentano a carattere di rovescio con accumuli generalmente inferiori ai 10mm. Anche la quota neve sta scendendo gradualmente al seguito dell'aria fredda con fioccate in Sardegna dai 700-800m ma localmente anche più in basso. La diminuzione delle temperature ha raggiunto ormai quasi tutta la Penisola, resta un baluardo di mitezza solo tra Sicilia, Calabria e Salento dove i valori sono ancora attorno ai 12-14°C, altrove il freddo si fa sentire soprattutto in collina e in montagna dove la diminuzione rispetto ai giorni scorsi è stata sensibile. La città più mite di oggi è stata Catania con una massima di 18°C, la più fredda Forlì con 5°C. In montagna spiccano i -15°C di massima della stazione di Pian Rosa, che nei giorni scorsi ha raggiunto massime fino a +3°C, un calo netto di 18°C.

OLTRE 40MM SULLA ROMAGNA. Le precipitazioni sono ormai in attenuazione e le schiarite hanno conquistato l'Appennino occidentale nel pomeriggio, ma gli accumuli pluviometrici sono stati notevoli sulla Romagna, dove si sono superati i 40mm. Alcuni corsi d'acqua hanno notevolmente aumentato la loro portata, mentre il vento da nordest soffia impetuoso con raffiche di 80km/h ed oltre 100km/h sulle vallate appenniniche.

NEVE SULL'APPENNINO EMILIANO, OLTRE 30CM. Continua a nevicare già a partire dai 400m circa sulla dorsale tosco-emiliana e oltre i 1000m si registrano accumuli di neve fresca di oltre 30cm. Qualche fiocco anche sui rilievi umbro-marchigiani a partire dai 600m. Si sono definitivamente esaurite invece le nevicate sulle Alpi orientali, dove è tornato a splendere il sole.

NEVE SULLE ALPI ORIENTALI. I fenomeni sono in via di esaurimento sul Friuli VG, ma nella notte si sono presentati con una certa intensità e sono risultati nevosi fino a bassa quota, con circa 20cm di accumulo oltre i 1000m.

BORA A 90KM/H A TRIESTE. Al seguito del fronte sono subentrate intense correnti nordorientali con raffiche di Bora che sul Triestino hanno raggiunto i 90km/h. Venti forti da nordest si segnalano anche sulla costa romagnola, mentre in Liguria la Tramontana soffia fino a 70km/h sul Savonese e in Sardegna il Maestrale sfiora i 70km/h.

MALTEMPO TRA EMILIA E MARCHE, NEVE A BASSA QUOTA. Sfiorano i 40mm gli accumuli pluviometrici dalla mezzanotte su alcune zone della Romagna e sono leggermente inferiori sul confinante settore marchigiano, mentre la neve è caduta a bassa quota sulle zone appenniniche, a tratti qualche fiocco nella notte ha fatto la sua comparsa fino in pianura, senza causare alcun disagio.

SITUAZIONE. Una perturbazione nord atlantica sta attraversando l'Italia e concentrando i suoi effetti tra la bassa Val Padana e le regioni centrali, sospinta da correnti fredde di estrazione artica che stanno provocando una diminuzione delle temperature e nevicate fino a quote molto basse. Si sono liberati i cieli del Nord Italia, ormai fuori dal raggio d'azione della perturbazione, mentre il fronte inizia ad agguantare le regioni del basso Tirreno.

METEO PROSSIME ORE. Torna il bel tempo su gran parte del Nord, salvo addensamenti fino al mattino su Emilia, pianure lombardo-venete e Friuli VG, qualche pioggia ancora su coste friulane, venete e Romagna. Nevicate sull'Appennino Emiliano dai 400m, in attenuazione ed esaurimento in giornata. Addensamenti irregolari sulle regioni centrali con piogge intermittenti, un po' più frequenti dapprima sulle regioni tirreniche, in giornata anche su quelle adriatiche. Tra il pomeriggio e la sera esaurimento delle precipitazioni in Toscana con parziali schiarite. Limite neve sui 500m sull'Appennino settentrionale, 800/1000m su quello centrale. Instabile anche in Sardegna con rovesci più frequenti sulle aree occidentali, nevosi dai 600m. Spiccata variabilità sulle regioni meridionali con qualche pioggia al mattino su Campania e Calabria tirrenica, tra pomeriggio e sera su Basilicata e Puglia centro-meridionale. Venti tesi da nordest, ancora occidentali al Sud. Temperature in calo su Alpi e regioni centro-meridionali. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia. Per l'evoluzione fino al weekend clicca qui.

Meteo Epifania
Meteo Epifania

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati