18 novembre 2022
ore 23:53
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
4 minuti, 12 secondi
 Per tutti
Cronaca meteo Italia
Cronaca meteo Italia

AGGIORNAMENTO ORE 16. DOPO GLI ALLAGAMENTI IN MATTINATA A NORD DI ROMA ALTRI ROVESCI SUL LAZIO INTERNO.  In mattinata il maltempo ha colpito duro nel Lazio, provocando allagamenti e disagi nelle zone a nord della Capitale. Un sottopasso del GRA è rimasto allagato e ne sono conseguiti forti rallentamenti, diversi alberi sono caduti in via della Giustiniana creando notevoli problemi alla circolazione stradale, disagi anche a Tivoli dove molte strade sono state sommerse dall'acqua. Intanto, nel pomeriggio, altri rovesci si susseguono sulle zone interne del Lazio verso il confine abruzzese, anche se nelle ultimissime ore risultano in progressiva attenuazione.

AGGIORNAMENTO ORE 15,30. CALABRIA, ALLAGAMENTI NEL COSENTINO. Continua a piovere sul versante tirrenico dell'alta Calabria e sul Cosentino gli accumuli pluviometrici superano localmente i 70mm. Ripercussioni si sono avute nella viabilità a Praia a Mare a causa di allagamenti che si sono avuti su alcune strade della cittadina, ma danni hanno interessato anche negozi invasi da acqua e fango. 

AGGIORNAMENTO ORE 13. SI INTENSIFICA L'INSTABILITA' AL SUD. Il ramo più meridionale del fronte ha raggiunto le regioni meridionali coinvolgendo più direttamente quelle del versante tirrenico. E' sulla Calabria che in mattinata si sono avuti i fenomeni più intensi, con accumuli pluviometrici di oltre 40mm sul Cosentino ai piedi della Sila. Si sfiorano i 40mm sulle zone interne della Campania.

AGGIORNAMENTO ORE 10,30. SUL CENTRO ITALIA INSISTONO ROVESCI ANCHE INTENSI. La mattinata prosegue all'insegna dell'instabilità sulle regioni centrali, ad eccezione della toscana dove i fenomeni sono relegati alle zone più interne. I rovesci più intensi interessano zone interne delle Marche, Umbria e Lazio, anche con qualche temporale. Si incrementano gli accumuli pluviometrici con punte superiori a 40mm nel Lazio a nord di Roma, si superano i 30mm nel Frusinate.

AGGIORNAMENTO ORE 7,30. Una nuova perturbazione atlantica ha raggiunto ieri sera, giovedì, parte delle regioni settentrionali e di quelle centrali, intensificandosi nella notte e portandosi con il passare delle ore verso sud, fino a raggiungere all'alba di oggi alcuni settore del Meridione. Le regioni coinvolte nelle ultime ore sono parte di quelle alpine, il Nordest, tutto il Centro Italia, Sardegna e tratti del basso versante tirrenico.

NEVE SULLE ALPI. Il fronte ha dato luogo a nuove nevicate nella notte sulle Alpi a quote superiori a 1500/1700m, anche se con il passare delle ore notturne i fenomeni sono andati attenuandosi da ovest. Si è trattato comunque di accumuli modesti, nell'ordine dei 5cm circa a 2000m di quota.

ROVESCI IN ATTENUAZIONE AL NORDEST. Dopo una notte alquanto instabile le prime ore del mattino vedono un'attenuazione dei fenomeni su buona parte del Nordest. Coinvolto fino ad ora soprattutto il Friuli VG, dove gli accumuli pluviometrici sfiorano i 40mm su alcune zone del Triestino.

DIFFUSA INSTABILITA' SUL CENTRO ITALIA. Il fronte nelle ultime ore ha agito soprattutto sulle regioni centrali dello Stivale, dove è ancora nel pieno della sua attività. Ha dato luogo a piogge e rovesci anche temporaleschi, accompagnati da locali grandinate tra Toscana e Umbria, con accumuli pluviometrici fino a 40mm nella zona di Foligno. Mentre nelle ultime ore l'instabilità è andata attenuandosi in Toscana, proseguono fenomeni a tratti intensi tra adriatiche interne, Umbria e Lazio.

ROVESCI SU OVEST SARDEGNA. Nel corso della notte è stata coinvolta dall'instabilità anche la Sardegna, in particolare il versante occidentale, con piogge e rovesci che nelle prime ore del mattino si attardano sulle aree sudoccidentali della regione.

INSTABILITA' VERSO IL BASSO TIRRENO. Il ramo più avanzato del fronte coinvolge parte delle regioni meridionali, direttamente il settore tirrenico con piogge e rovesci in Calabria, mentre altri fenomeni stanno sconfinando dal Centro Italia a Molise e alta Puglia.

METEO PROSSIME ORE. Insisteranno piogge e rovesci in mattinata su est Alpi, Friuli VG, Veneto orientale e Romagna, ma tenderanno ad attenuarsi e ad esaurirsi dal pomeriggio. Nel frattempo schiarite intervengono in mattinata al Nordovest e nel corso delle prossime ore si estenderanno verso est, fino a raggiungere le regioni più orientali nel corso del pomeriggio. Sulle regioni centrali iniziale instabilità ma con fenomeni in attenuazione in Toscana, dove ben presto subentreranno schiarite. Mattinata instabile sul resto del Centro con piogge e temporali soprattutto su Lazio, Umbria e zone interne adriatiche, a tratti anche forti e in locale sconfinamento alle coste adriatiche, specie abruzzesi. Nel corso del pomeriggio tuttavia i fenomeni si esauriranno con schiarite in estensione da nord. Sulle regioni meridionali invece l'instabilità andrà temporaneamente intensificandosi e piogge e temporali si concentreranno sulle regioni tirreniche, specie in Calabria, più isolatamente la Puglia e il versante ionico. In Sardegna temporaneo miglioramento, ma in serata nuovi rovesci in arrivo da ovest. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia.

Meteo Venerdì
Meteo Venerdì

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati