21 agosto 2019
ore 15:40
di Manuel Mazzoleni
tempo di lettura
3 minuti, 21 secondi
 Per tutti

Come preannunciato l'anticiclone nordafricano, nel corso delle ultime ore, si è ulteriormente indebolito sulle nostre regioni settentrionali, eroso da un fronte instabile in transito verso l'Europa nordorientale. Esso ha così favorito l'ingresso di correnti più fresche che da un lato ha portato un ulteriore calo termico, dall'altro ha determinato la genesi, dal tardo pomeriggio/serata di ieri, di forti acquazzoni e temporali che hanno interessato soprattutto i settori alpini e prealpini, in particolar modo di Lombardia, Piemonte e Trentino-Alto Adige. Dalla mezzanotte si registrano accumuli sino a 50 mm in Valtellina, 40 mm sulle Prealpi lecchese e zona Adamello.

DANNI IN PIEMONTE - I forti temporali che nel pomeriggio di ieri si sono abbattuti sul Piemonte settentrionale hanno arrecato danni nel Novarese e nell'Astigiano. A Castelnuovo Don Bosco si sono abbattute forti raffiche di vento che hanno arrecato locali danni; crollare una tettoia all'oratorio Don Bertoli di via Gentile a Gozzano, che assieme al crollo di un grosso albero secolare in via Parona ha costituito una delle situazioni peggiori. Diversi però sono stati i danni che sono ancora in fase di quantificazione, soprattutto nel centro storico. Molte tegole dei tetti nel centro storico del comune di Gozzano sono cascate in strada, danneggiando le auto in sosta, e numerose sono state anche le strade allagate. Ad Arona sono caduti alcuni alberi sulla strada per Montrigiasco e Dagnente. Trenord ha reso noto che la circolazione fra Arona e Belgirate è rallentata a causa della caduta di alcuni alberi lungo la linea ferroviaria. Danni anche nel Biellese orientale: nella parte meridionale di Valdilana, a Mezzana Mortigliengo, Bioglio e Ternengo la forza del vento e dell'acqua ha piegato molti alberi e tranciato linee e cavi elettrici, creando problemi ai residenti delle zone colpite e agli automobilisti. La zona più colpita, però, è stata Strona, dove le forti raffiche di vento hanno scoperchiato il tetto dell'ex fabbrica Torello Viera. Lamiere e lastre di copertura sono state scaraventate sul manto stradale.

DANNI ANCHE IN LOMBARDIA - Situazione critica anche nel comasco. Forti piogge e una violenta grandinata hanno interessato la zona da Argegno e in particolare l'Alta Valle Intelvi e Porlezza. Alle 20 circa si è verificata una frana a Osteno, in via Porlezza. La Provinciale è stata così chiusa al traffico per permettere l'intervento di pompieri e tecnici che dovranno rimuovere il materiale. Un'altra frana, più piccola, ha interessato invece Carlazzo, sulla Sp10. Numerosi anche gli alberi e i rami abbattuti.

PROSSIME ORE - Nel corso delle prossime ore il fronte si allontanerà verso Levante rinnovando in mattinata ancora qualche acquazzone sul Triveneto, in particolar modo su Alpi e Prealpi ( meno probabili su coste e pianure). Nel contempo un secondo impulso instabile avanzerà da Ovest portando entro sera un nuovo peggioramento su Alpi e Prealpi con rovesci e temporali sparsi che localmente raggiungeranno anche le medio-alte pianure. Nel pomeriggio qualche fenomeno potrebbe svilupparsi altresì anche lungo la dorsale appenninica e i rilievi isolani.

La situazione resta comunque estremamente delicata ed evolutiva, seguite tutti gli aggiornamenti alla sezione meteo Italia

Diventa anche tu meteoreporter, segnala le tue foto e video nella nostra community

Come detto le precipitazioni saranno localmente anche di moderata o forte intensità. Per capire quanto pioggia cadrà consulta le nostre mappe di precipitazioni

Consulta la situazione in tempo reale attraverso le misure del satellite geostazionario acquisite e rielaborate da 3BMeteo.

I cicloni tropicali stanno entrando nel vivo della stagione. Consulta la nostra sezione Uragani e Tifone, sempre più ricca di notizie, grafiche e previsioni

Consulta le previsioni utilizzando il tuo tablet? Fallo in maniera semplice attraverso la nostra applicazione, disponibile gratuitamente su tutti gli store

Fino a quando proseguirà il maltempo?Tutti i dettagli nella sezione meteo Italia

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati