6 gennaio 2022
ore 15:22
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
1 minuto, 22 secondi
 Per tutti
Immagine di archivio
Immagine di archivio

Una nuova tempesta invernale, la seconda della settimana, sta per interessare parte degli stati centro-orientali degli USA. Le gelide correnti in discesa dal Canada hanno già conquistato il cuore del continente facendo sprofondare le temperature abbondantemente sotto zero, con valori di -13°C a Kansas City, -14°C a Chicago, -17°C a Denver, -22°C a Minneapolis e -28°C a Bismarck. Lungo il confine con il Canada poi si sfiorano i -40°C.

Il clima per il momento si mantiene relativamente più mite sulla East Coast e a New York e Boston si raggiungo i +3°C, +1° a Baltimora. Ma l'aria glaciale che sta congelando gli stati centrali americani ci metterà poche ore ad estendersi verso est fino a raggiungere la East Coast centro-settentrionale, richiamata da un profondo minimo di bassa pressione sul North East.

Le bufere di neve che stanno interessando Tennessee e Kentucky si sposteranno rapidamente verso est fino a raggiungere Virginia, New York e Pennsylvania nel corso di venerdì, con fiocchi che imbiancheranno Washington, Philadelphia, New York e Boston. La neve cadrà con temperature sotto zero già dalle prime fasi della perturbazione, imbiancando le strade e creando probabilmente forti disagi alla circolazione stradale e non solo.

Si tratterà però di un passaggio piuttosto rapido e già in giornata la tempesta si sarà spostata al largo dell'Atlantico, abbandonando la East Coast ma con temperature che si porteranno ampiamente sotto zero nel weekend e punte minime di -7°C previste nel weekend a New York.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati