12 maggio 2021
ore 23:48
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
5 minuti, 23 secondi
 Per tutti
Cronaca meteo Italia
Cronaca meteo Italia

ANCORA FORTI TEMPORALI AL NORD, LOCALMENTE ANCHE IN PIANURA, QUASI 70mm NEL BELLUNESE: rispetto alla prima parte della giornata, le condizioni meteorologiche sono migliorate, anche nettamente su alcune zone del Nord,  grazie allo spostamento del minimo di bassa pressione verso la Slovenia e la Croazia ma ci sono ancora numerosi temporali in azione e non soltanto sulle zone alpine e prealpine ma anche in pianura. Mentre vi scriviamo i fenomeni più abbondanti sono sulle province di Verbania, Bergamo, Brescia per quanto riguarda le zone montuose mentre in pianura due forti temporali stanno interessando all'unisono la zona di Milano-Monza e quella di Verona. Piogge e temporali hanno invece lasciato la Riviera Romagnola.

TANTA PIOGGIA: Non si possono ancora avere gli accumuli definitivi della giornata ma sul Nordest soprattutto nel Bellunese sono caduti quasi 70mm di pioggia, 65mm nel Trevigiano, 40mm nel Triestino. Al Centro situazione migliore con una instabilità praticamente esauritasi eccetto qualche ultima pioggia in Umbria, nella zona di Foligno. Anche qui comunque non sono mancati nella prima parte della giornata fenomeni importanti come nella provincia di Pistoia dove sono caduti fino a 60mm. Come sempre accade nei mesi tardo primaverili, i temporali sono stati spesso accompagnati da grandinate.

TEMPERATURE MITI MA MOLTE ZONE TORNANO SOTTO MEDIA: dopo il caldo del weekend e dell'inizio della settimana, le temperature sono diminuite, anche sensibilmente su alcune zone. Attualmente si registrano valori in media sul Nordovest, Emilia Romagna, medio Adriatico e solo in parte Isole Maggiori ed estremo Sud. Sul resto della Penisola le massime risultano sotto media con valori più bassi del normale fino a 4-5°C in meno come sul Triveneto. La più mite di oggi Pescara con 25°C, le più fresche Pisa e Venezia con 17°C

TEMPORALI SULL'APPENNINO EMILIANO. Con le ore pomeridiane si sono sviluppate diverse celle temporalesche sull'Appennino Emiliano centro-occidentale, dal Piacentino al Bolognese. Si tratta di rovesci sospinti da correnti sudoccidentali che si muovono verso le zone di pianura, con alcuni tuoni che iniziano ad avvertirsi su certe zone di Parma e Reggio. Altri temporali si sono generati sul basso Piemonte ed interessano le valli cuneesi meridionali. Altri focolai temporaleschi si scorgono sulla costa ravennate, in questo caso legati al minimo di pressione che agisce sull'alto Adriatico.

INSISTONO PIOGGE E ROVESCI AL NORDEST. Sulle regioni nordorientali, alle prese con il passaggio del minimo di pressione, insistono per tutta la mattinata di mercoledì piogge e rovesci che risultano anche abbondanti. E' tra Veneto orientale e Friuli VG che si registrano le precipitazioni più intense, con accumuli pluviometrici ormai proiettati verso i 60mm ed oltre anche sul Pordenonese. Alcuni temporali segnalati in prossimità della costa adriatica sul Triestino, ma l'atmosfera risulta molto instabile anche lungo il litorale veneto.

SITUAZIONE. La perturbazione giunta sull'Italia ad inizio settimana a partire dal Nordovest continua a spostarsi gradualmente verso est, tanto che la sua parte più avanzata ha raggiunto i Balcani, pilotata da un vortice di bassa pressione che dopo essere transitato sullo Stivale si muove ora verso la ex Jugoslavia. Schiarite sono subentrate infatti su molte delle regioni occidentali, ma la parte finale del fronte si attarda al Nordest, su tratti della Toscana e del basso Tirreno, dove il  tempo è ancora instabile.

FORTI PIOGGE INSISTONO SUL NORDEST. In Veneto continua a piovere abbondantemente ed altri 65mm di accumulo pluviometrico si sono aggiunti dalla mezzanotte sulla zona del Grappa. Coinvolta soprattutto la fascia prealpina e la pianura pedemontana, fino al Friuli ed in particolare al Pordenonese, dove fino ad ora si sono avuti i rovesci più insistenti. Verso ovest alcuni rovesci si spingono fino alla Lombardia orientale. Nel frattempo sul settore dolomitico il limite pioggia-neve si è abbassato fin verso i 2000m nella notte.

AMPIE APERTURE AL NORDOVEST. Situazione nettamente migliorata invece sulle regioni di Nordovest, ormai fuori dall'azione del fronte principale, con ampie schiarite intervenute nella notte su Piemonte, Valle d'Aosta e Liguria, ad eccezione di una certa variabilità che in avvio di giornata si attarda sullo Spezzino. Sono quindi cessate le intense piogge di martedì che hanno innalzato il livello di molti corsi d'acqua, ora in fase di lento smaltimento. Anche sulle Alpi occidentali il limite neve si è abbassato nella parte finale del fronte, con fiocchi caduti fin verso i 2000m martedì sera in Valle d'Aosta.


NELLA NOTTE ROVESCI ANCHE INTENSI SULL'ALTA TOSCANA. Se su buona parte delle regioni occidentali sono subentrate le schiarite, lo stesso non vale per la Toscana, coinvolta nella notte da rovesci anche intensi che si sono concentrati soprattutto sulle zone interne settentrionali. Sull'Appennino caduti solo nelle ore notturne 80mm nel Pistoiese.

INSTABILE IN CAMPANIA. Tra le regioni occidentali ancora alle prese con l'instabilità vi è la Campania, dove insistono alcuni rovesci sparsi che fino all'alba si sono presentati anche in forma temporalesca. Si tratta di fenomeni che fanno capo alla parte più meridionale del fronte, che coinvolge anche Calabria tirrenica e Sicilia settentrionale ma senza fenomeni di rilievo.

METEO PROSSIME ORE. Ampie schiarite al Nordovest già al mattino in estensione a parte di Lombardia ed ovest Emilia, ancora instabile al Nordest con piogge e rovesci intermittenti, più intensi sul Friuli VG; formazione di qualche temporale nel pomeriggio su Prealpi lombardo-venete e in Friuli sulla Carnia, in sconfinamento entro sera a parte della Val Padana a nord del Po e al basso Piemonte. Spiccata variabilità sulle regioni centrali con qualche pioggia inizialmente sulle zone interne della Toscana, alcuni scrosci o locali temporali nel pomeriggio, in sconfinamento alle coste marchigiane; maggiori schiarite e clima asciutto sin dal mattino su coste tirreniche, Lazio e Abruzzo. Sulle regioni meridionali è attesa qualche pioggia ad inizio giornata sulla Campania, in esaurimento con schiarite in arrivo, tempo più soleggiato sul resto del Sud. Venti occidentali anche sostenuti sui bacini tirrenici, temperature in aumento al Nord, in calo al Sud. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia. Per l'evoluzione attesa fino a venerdì clicca qui.

Meteo Italia mercoledì. Tempo ancora a tratti instabile
Meteo Italia mercoledì. Tempo ancora a tratti instabile


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati