Redazione 3BMeteo
13 gennaio 2022
ore 9:58
Redazione 3BMeteo
tempo di lettura
2 minuti, 2 secondi
 Per tutti
Eccezionale ondata di calore in Argentina
Eccezionale ondata di calore in Argentina

Un vasto promontorio stabile ormai da diversi giorni in Sud America sta apportando una forte ondata di calore, interessando diversi paesi come: Argentina, Paraguay, Uruguay e Bolivia meridionale. In particolare, l'Argentina è il paese maggiormente colpito da tale evento. A Buenos Aires, nella giornata dell'11 Gennaio, la colonnina di mercurio ha fatto registrare la temperatura massima di +41.1°C, di fatto stabilendo uno dei giorni più caldi di sempre per la capitale. Nello stesso giorno il termometro in diverse provincie del paese come: Santa Fe, Còrdoba, Santiago del Estero, Mendoza, La Rioja e San Juan ha oltrepassato abbondantemente i +42°C, raggiungendo punte addirittura fino a +45°C nella città di San Juan. L'ondata di caldo è riuscita a spingersi ancora più a sud raggiungendo il nord della Patagonia, esattamente a San Antonio Oeste, nel sud della provincia di Buenos Aires, dove sono stati registrati +42.8°C, non riuscendo comunque a battere il precedente record di +44.6°C stabilito nel gennaio del 1980. Secondo il servizio meteorologico nazionale, un'ondata eccezionale come quella in corso non si verificava da circa 25 anni. Tale evento ha causato non pochi problemi alle grandi centri urbani in cui l'eccessivo uso di sistemi di condizionamento ha portato le città più densamente popolate al black out, lasciando centinaia di migliaia di persone senza energia elettrica. Le autorità hanno diramato diverse allerte rosse e arancioni per rischio colpi di calore per le provincie centro-settentrionali del paese, di fatto indicando un elevato rischio per la salute della popolazione.

Intanto il servizio meteorologico nazionale afferma che l'ondata di calore durerà almeno fino a venerdì, dove sarà possibile sfiorare nuovamente i +40°C in diverse città. Nel weekend, però, è atteso un cambio delle condizioni meteorologiche grazie all'arrivo di correnti fresche e umide da est che faranno calare decisamente le temperature riportandole ai valori del periodo.

Stessa situazione stanno vivendo in questi giorni i paesi limitrofi come Paraguay e Uruguay dove alcune delle città al confine con l'Argentina stanno registrando valori massimi prossimi ai +40°C. Tra queste Paysandù e Salto, in Uruguay, e Asunciòn e Pilar, in Paraguay. Il servizio meteorologico Urguaiano ha diramato un'allerta per ondata di calore fino a domenica 16 a tutte le provincie centro-occidentali del paese con temperature massime previste tra 36°C e 42°C.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati