24 agosto 2017
ore 9:28
di Manuel Mazzoleni
 Per tutti

Situazione ghiacci artici al 21 Agosto 2017
Situazione ghiacci artici al 21 Agosto 2017

Temperature più fresche hanno rallentato lo scioglimento dei ghiacci artici tant'è che la loro estensione rimane superiore rispetto agli anni record del 2007 e 2012. Secondo gli ultimi dati elaborati dal NSIDC il 21 agosto 2017 l'estensione del ghiaccio marino artico era di circa 5.27 milioni di chilometri quadrati, circa 1.82 milioni sotto l'estensione media del trentennio 1981-2010. Un valore tuttavia di circa 221.000 km^2 sopra i picchi negativi registrati nel 2012 e 2007. Le perdite maggiori si registrano sul comparto settentrionale. Il ghiaccio nella prima metà del mese è rimasto stabile, invece, nel Mare siberiano orientale e in quello di Laptev mentre il passaggio a Nord rimane ancora chiuso, visto che il ghiaccio blocca le navi vicino a Savernaya Zemlya.

Dal 1 al 21 agosto l'estensione si è ridotta mediamente di 73mila chilometri quadrati al giorno, un valore superiore alla media di riferimento ma fortunatamente inferiore a quello registrato nel 2012. Tutto questo perché le temperature nelle prime due settimane di agosto sono state di circa 1/3°C più fredde rispetto alla media 1981-2010 su tutto l'Oceano Artico, la Groenlandia e l'Atlantico settentrionale. Le temperature superficiali del mare sono state di circa 5°C superiori rispetto alle zone costiere rimanendo tuttavia nei valori medi o leggermente al di sotto.

Secondo le ultime elaborazioni si conferma il fatto che la regione artica si sta scaldando più velocemente rispetto al resto del Globosotto l'azione dei cambiamenti climatici. Il riscaldamento ha subito un'impennata ad iniziare dal 2005. I 10 anni più caldi nell'Artico cadono, infatti, tutti negli ultimi 12 anni, con il record nel 2016. Se gli accordi di Parigi prevedono azioni atte a contenere il surriscaldamento sotto i 2°C, gran parte delle zone a Nord degli 80° mostrano un aumento di temperature già superiore a questo limite. Nel 2016 la temperatura media annuale per le zone sopra 80°N è stata anche superiori di 3.5°C rispetto al periodo 1951-1980. Una situazione che potrebbe peggiorare ulteriormente nel corso dei prossimi decenni.

Temperature medie annue e variazione rispetto alle medie
Temperature medie annue e variazione rispetto alle medie

Articoli correlati

Scarica la nostra app ufficiale!

Commenti