12 gennaio 2019
ore 9:00
di Daniele Berlusconi
tempo di lettura
1 minuto, 43 secondi
 Per tutti

INVERNO MOLTO SECCO AL NORD - Se negli ultimi giorni il Centro-Sud è alle prese con perturbazioni a carattere freddo che a più riprese stanno portando piogge, temporali e neve anche fino a bassa quota, ben diversa è la situazione al Nord, specie tra pianura padana, Prealpi e Alpi meridionali. Su queste zone l'Inverno, benché sia comunque statisticamente la stagione più secca, si sta mostrando particolarmente avaro di precipitazioni e soprattutto di neve sui versanti e le vallate meridionali delle Alpi. Da inizio Dicembre sono pochissimi i millimetri caduti, ed è ormai da più di venti giorni che al Nord non transita alcuna perturbazione e gli incendi che hanno interessato alcune zone della Lombardia ne sono una chiara dimostrazione. 

QUANDO TORNANO PIOGGIA E NEVE? Almeno ancora per una settimana proseguirà questo regime di correnti fredde settentrionali che portano precipitazioni solo lungo i versanti alpini settentrionali e confinali, mentre lasciano sottovento e quindi "a secco" il resto del Nord. Una prima perturbazione che potrebbe spezzare questo andamento dovrebbe transitare verso il 17-18 Gennaio con qualche pioggia in pianura e un po' di neve a partire da quote di bassa montagna. Si tratterebbe comunque di un peggioramento piuttosto blando e che non sarebbe in grado di spezzare del tutto il dominio dell'anticiclone che staziona da molte settimane tra l'Atlantico e l'Europa occidentale, impedendo di fatto peggioramenti più organizzati anche per le regioni settentrionali. A seguire a partire dalla terza decade di Gennaio la tendenza dovrebbe mostrare un'alta pressione più defilata ad Ovest, favorevole quindi alla discesa di correnti fredde anche sull'Europa occidentale in grado di generare aree di bassa pressione più produttive anche per il Nord...tuttavia siamo ancora nel campo delle ipotesi e invitiamo a seguire tutti i prossimi aggiornamenti per le necessarie conferme e la tendenza medio-lungo termine. 

Per le precipitazioni attese consulta le mappe pluviometriche 

Per le temperature attese consulta le mappe termiche. 

Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati