18 febbraio 2020
ore 9:20
di Carlo Migliore
tempo di lettura
2 minuti, 3 secondi
 Per tutti

Situazione ed evoluzione : Un robusto campo di alta pressione di matrice sub tropicale ancorato alle basse latitudini mediterranee, continua a portare tempo stabile e mite sulle regioni centro meridionali mentre al Nord comincia a perdere colpi per la discesa di latitudine delle grandi perturbazioni collegate all'evoluzione del super ciclone atlantico Dennis. Nel corso delle prossime 24-48 ore l'Italia centro settentrionale risentirà ancora di qualche infiltrazione nuvolosa e instabile legata a queste perturbazioni poi però nella giornata di mercoledì l'evoluzione cambierà connotati. Correnti nord occidentali  trasporteranno un'ultima perturbazione collegata a Dennis che nel frattempo sarà migrato sul mar di Norvegia. Questo impulso più freddo sarà in grado di attraversare l'Italia con maggiore decisione portando un peggioramento generale che sarà accompagnato e seguito anche da un sostanzioso calo termico.

Sarà un fronte abbastanza veloce che si dimostrerà più attivo sulle regioni centro meridionali e in particolare quelle del versante Adriatico. Il Nord, stante la barriera alpina resterà sottovento risentendo di nuvolosità poco attiva e fugace. Il peggioramento si esprimerà soprattutto nella seconda parte della giornata di mercoledì. Piogge e rovesci, anche a carattere temporalesco interesseranno le regioni centrali soprattutto Marche, Umbria, Abruzzo e Lazio mentre fenomeni più fugaci interesseranno la Toscana. Lambita anche la Romagna. Il fronte si dirigerà poi velocemente verso il Sud della Penisola portando rovesci e temporali su Molise, Puglia, Campania e basso Tirreno entro sera. In una prima fase la neve cadrà solo quote medio alte in Appennino, intorno 1400-1500m ma la quota sarà in progressivo calo. Al seguito del fronte infatti aria più fredda affluirà da nord e nell'arco della notte saranno possibili delle nevicate fino a quote collinari. Tutta l'evoluzione sarà accompagnata da un generale rinforzo di venti da O/NO. Le temperature saranno in generale diminuzione. Giovedì mattina nuvolosità residua e qualche ultimo piovasco con neve in Appennino potrà ancora interessare le regioni del basso Adriatico mentre altrove tornerà il sole ma con venti tesi settentrionali e temperature in ulteriore calo.


Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia.


Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.


Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.


Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati