14 settembre 2020
ore 10:03
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 30 secondi
 Per tutti

TRA ALTA PRESSIONE E INSIDIE MEDITERRANEE: il vortice di bassa pressione che da alcuni giorni sta interessando le basse latitudini avrà ancora una sua valenza nel corso della prossima settimana anche se perderà gran parte della sua energia. L'elemento discriminante sarà un anticiclone afro mediterraneo via via più debole sul nostro territorio, incapace di contrastare del tutto gli effetti di questa blanda depressione che resterà annidata tra noi e la Grecia espandendosi dall'Italia meridionale fino a parte del Centro. Il tempo non sarà sempre soleggiato ma l'instabilità non sarà diffusa, potremo definirlo un tempo ambiguo, tipico dei passaggi stagionali. 

LE ZONE A RISCHIO PIOGGIA: nella giornata di lunedì l'instabilità sarà relegata all'estremo Sud con qualche temporale tra le zone interne della Sicilia e l'Appennino peninsulare. Altrove non avremo fenomeni. Da martedì avremo qualche fenomeno diurno più diffuso sull'Appennino centro-meridionale (localmente su aree interne prospicienti) e una nuvolosità sparsa generalmente più presente sul territorio. Mercoledì qualche temporale sporadico raggiungerà anche Alpi e Prealpi.

CALDO ANCHE INTENSO A INIZIO SETTIMANA: Il contesto climatico sarà inizialmente molto caldo con una giornata di lunedì caratterizzata da valori di temperature abbondantemente superiori alle medie. I valori massimi potranno infatti raggiungere su diverse regioni la soglia dei 34-35°C. Da martedì con la maggiore nuvolosità e le prime situazioni instabili di cui abbiamo parlato le temperature tenderanno a diminuire pur restando ancora al di sopra delle medie.

Per maggiori dettagli previsionali consultate l'apposita sezione meteo Italia.


Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.


Seguici anche su Google News


Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.



Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati