8 gennaio 2022
ore 23:49
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 41 secondi
 Per tutti

LA SITUAZIONE - La sconfitta dell'anticiclone sub tropicale e l'arrivo delle correnti fredde di matrice artica hanno riportato sull'Italia una fase nettamente più invernale che ci accompagnerà anche nel corso del weekend. Il vortice freddo atteso nella giornata di domenica avrà una storia importante su diverse delle nostre regioni anche nell'inizio della nuova settimana con nuove nevicate, anche abbondanti nella giornata di lunedì. 

TENDENZA PRIMA PARTE DELLA SETTIMANA 10-13 GENNAIO- Si comincia dunque col freddo e con la neve ma il prosieguo della settimana sarà caratterizzato da un graduale recupero dell'anticiclone delle Azzorre sul comparto europeo occidentale. Ciò lascerà, almeno in una prima fase, ancora spazio di espressione per le correnti fredde che continueranno a giungere dall'area balcanica con qualche spunto di instabilità al Sud fino alla giornata di mercoledì-giovedì mentre le condizioni del tempo miglioreranno, già dal lunedì al Nord, poi da martedì anche al Centro. Il contesto climatico sarà ancora piuttosto freddo nella giornata di lunedì poi le temperature inizieranno ad aumentare nei valori massimi soprattutto al Centro-Nord ma di notte avremo ancora diffuse gelate. 

TENDENZA SECONDA PARTE DELLA SETTIMANA 14-16 GENNAIO- Tra giovedì e venerdì l'anticiclone delle Azzorre cercherà di distendersi ulteriormente verso levante confinando l'area di instabilità fredda all'estremo sudest europeo. L'Italia sarà dunque largamente abbracciata dall'anticiclone con tempo stabile ma anche nebbioso al Nord e temperature che torneranno a portarsi sopra media soprattutto in collina e in montagna sull'Appennino centrale e le Alpi. Refoli freddi continuerebbero a lambire l'estremo Sud ma senza conseguenze apprezzabili in termini di precipitazioni. La situazione potrà essere tale da avere tra sabato 15 e domenica 16 zeri termici molto più elevati sulle Alpi che sull'Appennino Siciliano. Nel contempo sulla Norvegia andrebbe ad approfondirsi gradualmente una nuova  saccatura di matrice artica che potrebbe avere ripercussioni importanti sull'Europa centro meridionale nella settimana seguente. Restate sempre aggiornati.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati