25 novembre 2023
ore 23:50
di Carlo Migliore
tempo di lettura
2 minuti, 3 secondi
 Per tutti

E' arrivato l'inverno sull'Italia anche se non negli stessi termini da Nord a Sud. La traiettoria del primo fronte freddo della stagione ha infatti sfavorito precipitazioni sulle regioni settentrionali destinandole prevalentemente alle regioni adriatiche e meridionali. Ma questa situazione cambierà. L'aria fredda di matrice artica inizierà a dirigersi piano piano verso ovest stimolando depressioni via via più occidentali che riusciranno alla fine ad entrare bene anche sulle regioni del nord portando precipitazioni che a tratti potranno essere nevose fino a quote molto basse. Ma andiamo con ordine.

All'inizio della settimana l'aria artica punterà verso il Regno Unito stimolando la formazione di un vortice di bassa pressione più o meno sulla Manica. Il fronte associato al minimo attraverserà rapidamente l'Italia tra lunedì sera e la giornata di martedì distribuendo piogge, temporali e neve. Anche in questa occasione il Nord vedrà pochi fenomeni perchè ancora abbastanza sottovento alla barriera alpina, dove invece nevicherà fino a quote collinari. Le correnti si disporranno dai quadranti occidentali o sud occidentali introducendo sul resto d'Italia una massa d'aria più mite, ciò comporterà un aumento delle temperature al Centro e al Sud che torneranno in media stagionale, farà invece ancora piuttosto freddo al Nord. Di rilievo sarà la forte ventilazione.

Mercoledì breve pausa interciclonica mentre l'aria artica continuerà a dirigersi verso ovest conquistando completamente il Regno Unito. Si formerà così una nuova depressione ancora più occidentale che avrà una storia importante sull'Italia tra giovedì 30 novembre e venerdì 1 dicembre. Questa volta a differenza delle situazioni precedenti il richiamo meridionale innescato dall'avvicinamento devo vortice dovrebbe favorire precipitazioni abbondanti anche al Nord e stante le temperature molto basse i fenomeni potrebbero essere nevosi fino a bassa quota, localmente anche prossimi al piano al Nordovest. Sul resto della Penisola invece le temperature aumenterebbero ulteriormente e arriverebbe solo una gran pioggia, localmente anche intensa e sospinta da una forte ventilazione

Nel corso del weekend la situazione potrebbe nuovamente capovolgersi con un fronte di aria fredda che interesserebbe prevalentemente le regioni centro meridionali portando un nuovo sensibile calo delle temperature e delle nevicate fino a quote collinari. Non serve specificare che quanto appena detto soprattutto da giovedì in poi, costituisce una linea di tendenza che andrà confermata nel corso dei prossimi aggiornamenti. Seguiteci sempre.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati