13 maggio 2022
ore 16:33
di Carlo Migliore
tempo di lettura
1 minuto, 2 secondi
 Per tutti

Non è raro che nel sud dell'Argentina e del Cile, soprattutto in Patagonia, i primi freddi invernali e le prime nevicate a bassa quota possano arrivare in anticipo sulla stagione che inizia ufficialmente il 1 giugno. Ma l'ondata di freddo che sta per interessare il settore compreso tra l'Argentina centrale, il Sud del Brasile, l'Uruguay e il Paraguay è decisamente inconsueta per il periodo e porterà un calo delle temperature che in alcuni casi potrà essere di 12/15°C al di sotto della media. Una città come Buenos Aires abituata in questo periodo ad avere massime fino a 20°C potrebbe trovarsi entro martedì ad affrontare massime a una cifra nell'ordine dei 7-8°C. Stessa cosa per Santa Fe in Argentina o per Porto Alegre nel vicino Rio Grande do Sul nel vicino Brasile. Tutta colpa di una profonda circolazione ciclonica alimentata da aria antartica che si staccherà dalle basse latitudini polari per risalire verso nordest, porterà anche nevicate fino a bassa quota, sotto ai 700/800m laddove ci saranno rilievi, quindi soprattutto tra Cile e Argentina. Il freddo atipico si farà sentire anche sul Brasile centrale, raggiungerà persino la foresta Amazzonica.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati

3BMeteo si veste di rosa

×