1 marzo 2018
ore 19:23
di Edoardo Ferrara
 Per tutti

9

Neve rossa sull'Appennino Emiliano (Fonte immagine: meteoforlicesena.it)
Neve rossa sull'Appennino Emiliano (Fonte immagine: meteoforlicesena.it)

AGGIORNAMENTO ORE 19

NEVE ROSSA IN EMILIA. Mentre si attenuano i fenomeni su gran parte di Piemonte e Liguria, proseguono alcune nevicate in Lombardia, prevalentemente sulle zone di pianura. Le temperature si mantengono favorevoli alla caduta di fiocchi fino al piano con valori che oscillano tra -2° e 0°C. Nevicate sparse anche in Emilia Romagna, più frequenti sulle zone centro-orientali. Si sente il respiro più tiepido del Libeccio che soffia sempre più teso in quota e che, trasportando sabbia dal deserto, regala ai fiocchi di neve una colorazione rossastra.

chiesa mezzolara
chiesa mezzolara


NEVE E GELICIDIO SU MARCHE E APPENNINO TOSCO-EMILIANO. Sulle alte Marche le prime ore del pomeriggio sono state caratterizzate da nevicate a larghe falde fin sulla costa, decisamente coreografiche ma che nel giro alcune decine di minuti hanno lasciato spazio alla pioggia. Su alcune zone del fondovalle marchigiano è comparso il fenomeno del gelicidio, con la pioggia congelantesi al suolo laddove le temperature sono rimaste sotto zero a fronte di un risalita oltre gli zero gradi negli strati d'aria sovrastanti. Stesso fenomeno anche sulla Romagna: persistono temperature tra -2 e 0° anche lungo la costa da Rimini oltre il confine con le Marche, fino a Gabicce. Gelicidio inoltre tra il bivio Raccordo di Casalecchio e Località Aglio; sull'A1 Direttissima e sull'A14 Bologna-Taranto tra San Lazzaro e Forlì. Gelicidio inoltre sull'Appennino Tosco-Emiliano e sulla strada che porta al Passo della Cisa.

Neve 2018
Neve 2018

TRENI NEL CAOS. Numerose criticità nella circolazione ferroviaria nel Centro Italia: in mattinata alcuni treni hanno avuto ritardi di quasi 2 ore, in particolare in Toscana, dove l'Italo 9903 ha arrestato la sua corsa a Valdarno lungo la Direttissima Firenze-Roma. Un Freccia diretto da Perugia a Milano e Torino ha avuto alcuni problemi tecnici, sempre dovuti al maltempo, e ha accumulato un considerevole ritardo.

Si è ormai trasformata in pioggia la precipitazioni in Toscana a quote di pianura e su molti fondovalle appenninici, dopo gli episodi di gelicidio del mattino.

AGGIORNAMENTO ORE 12

Continua il maltempo su gran parte della Penisola, in particolare al Centro-Nord, dove le basse temperature permettono alla neve di cadere fino a quote di pianura o a tratti anche sulle coste.
Al Nord proseguono nevicate in Piemonte, in particolare sul Cuneese sia in montagna che in pianura. Sulle valli delle Alpi Marittime lo strato di neve fresca che cade da ieri ha raggiunto i 40cm, in pianura circa 10cm. Qualche centimetro anche a Torino, con strade imbiancate a causa della temperatura sotto zero durante la nevicata.
Torino
Torino

In Liguria la neve ha imbiancato anche Ventimiglia. Al confine con la Francia il transito dei mezzi pesanti è stato interdetto alla frontiera e dirottato verso il Traforo del Frejus, mentre sia a Sanremo che a Ventimiglia è vietata la circolazione dei mezzi a due ruote. A Genova i fiocchi sono stati accompagnati da forti raffiche di Tramontana che hanno sfiorato i 100km/h, tanto che sono state chiuse le attività del terminal portuale Vte, mentre all'aeroporto Colombo sono stati cancellati due voli.




In Lombardia nevica su gran parte del territorio, anche se debolmente, ma in queste ore i fiocchi si sono fatti nuovamente fitti nella zona di Bergamo. In Val Seriana e Val Brembana sono in atto numerosi rallentamenti, a causa del ghiaccio e della neve presenti sulle sedi stradali, con alcune auto finite fuori strada.

Nevica su gran parte dell'Emilia Romagna, in modo continuo a Bologna, sull'A1, con traffico rallentato. Code segnalate anche nel tratto bolognese della A 14. Le prefetture dell'Emilia-Romagna hanno disposto un nuovo stop ai mezzi pesanti oltre le 7,5 tonnellate dalle 22 di ieri.
Continua a nevicare in Veneto fino in pianura dove, nonostante lo spessore esiguo della neve fresca, le basse temperature provocano la formazione di ghiaccio sulle strade con due incidenti avvenuti in mattinata e quattro feriti, di cui uno grave, sulla Triestina in direzione Jesolo. Attenzione entro la notte pericolo gelicidio su alcune zone , qui i dettagli:




In Toscana, a causa del gelicidio, è stato chiuso un lungo tratto della A 1 in Val di Chiana, tra Arezzo e Montepulciano. Gelicidio esteso segnalato anche a Orciano Pisano. Qui il rialzo delle temperature in quota e la conservazione delle sacche fredde sotto zero in pianura ha provocato la trasformazione della neve in pioggia, ma anche il congelamento delle gocce una volta appoggiatesi al suolo, con la conseguente formazione di insidiosissime lastre di ghiaccio. A Firenze invece la neve ha lasciato spazio alla pioggia proprio intorno alle ore 12, dopo gli 8/10cm di neve caduti fino al mattino che rappresentano la seconda nevicata più tardiva dopo il 1987.


Gelicidio anche in alcune zone dell'alto Lazio, in particolare nel Viterbese, mentre in Umbria lo stesso fenomeno è stato sostituito dalla pioggia con temperature sopra lo zero. Nevica invece nelle Marche, a tratti fin sulla costa.


ATTENZIONE al gelicidio che nelle prossime ore potrà diventare un insidioso protagonista su alcune aree del Centro-Nord, in particolare tra Romagna e Marche, laddove continuerà a piovere con temperature sotto zero nei bassi strati, a causa della persistenza delle sacche di aria fredda.

Al Sud soffiano forti venti meridionali che trasportano aria molto mite dal Nord Africa e che hanno fatto innalzare la colonnina fino a 22° a Palermo, complici anche i venti di caduta dai rilievi retrostanti.
Pisa innevata. Foto di Valeria Iacopino
Pisa innevata. Foto di Valeria Iacopino


AGGIORNAMENTO ORE 8

La Spezia innevata
La Spezia innevata
AGGIORNAMENTO CRONACA METEO, E' ARRIVATA LA NEVE AL NORD, FIOCCHI DA GENOVA, TORINO A MILANO, BOLOGNA - Come nelle attese è arrivata la perturbazione atlantica che sta portando nevicate fino in pianura su gran parte del Nord; per ora interessato soprattutto il Nordovest. Le nevicate risultano in genere deboli, al più a tratti moderate, ma stante le temperature diffusamente sottozero gli accumuli risultano facili, per quanto modesti con diffuse imbiancate. Nevica e attacca in particolare su Piemonte, Liguria fino alla Riviera da Imperia a Savona, Genova, La Spezia, qui con accumuli di 5/10cm; neve anche in Lombardia, Emilia Romagna, con fiocchi da Milano a Bologna, Rimini, nevica anche tra Ferrarese e il Veneto in particolare centro-meridionale con fiocchi a Verona, Padova, Rovigo e Venezia.



NEVE ANCHE AL CENTRO FIN SULLA COSTA, TOSCANA BIANCA, BREVE FIOCCATA A ROMA - La neve ha raggiunto anche le pianure del Centro stante le temperature molto basse fin sulla costa, in particolare in Toscana, quasi tutta bianca con accumuli localmente anche di 5cm in pianura. Nevica a tratti moderato su gran parte della Regione con fiocchi da Firenze a Grosseto, imbiancata anche la costa di Livorno, Pisa, la Versilia con 0°C, fiocchi su Elba e Giglio. In particolare si segnalano accumuli di 5cm a Firenze centro, 10cm a Lucca, 5cm circa a Pistoia. Neve nella scorsa notte anche sul Lazio con fiocchi nuovamente a Roma (misti a pioggia ) ieri sera, poi Frosinone, Viterbo, Rieti. Locali nevicate si spingono inoltre tra Umbria, Marche e Abruzzo fin sulla costa. Tuttavia nelle ultime ore iniziano a formarsi i primi fenomeni di gelicidio, laddove la colonna d'aria si scalda oltre una certa quota passando a temperatura sopra zero e permettendo la fusione dei fiocchi in pioggia, mentre rimane sotto zero nei bassi strati, congelando le gocce che cadono al suolo. E' il caso di Perugia, in Umbria, e di Frosinone, nel Lazio, in Toscana nell'Aretino e in alcune zone del Senese.


Fotosegnalazione di Marostica
Fotosegnalazione di Marostica

FIOCCHI SU PARTE DEL SUD, A NAPOLI, BARI E COSENZA IN NOTTATA - Locali nevicate hanno nuovamente interessato anche il Sud, in particolare la Campania fin sulle pianure interne con breve spolverata anche sulle zone alte di Napoli nella tarda serata di ieri, poi la neve si è trasformata rapidamente in pioggia; neve pure su Lucania, medio alta Puglia e nord della Calabria con fiocchi a Bari e Cosenza. 

GELO SU GRAN PARTE D'ITALIA, ECCEZIONE LA SICILIA CON PUNTE DI 20°C - Gran parte d'Italia questa notte è rimasta sottozero anche in pianura in particolare su tutto il Nord, ma anche il Centro, specie Toscana e su Campania interna, Basilicata, medio-alta Puglia. I valori spaziano mediamente tra -3°C e 1°C. Valori già in deciso aumento tra basso Lazio e coste campane, oltre che su bassa Calabria, Sardegna ma soprattutto Sicilia dove i venti di Scirocco hanno fatto impennare le temperature: tra Palermo e Messina lungo la linea di costa si registravano già picchi di 19°C alle 4:00 del mattino! Le temperature saranno destinate ulteriormente ad aumentare specie da Lazio e Abruzzo in giù.


METEO PROSSIME ORE - Deboli nevicate fino in pianura al Nord, a tratti moderate sull'Emilia Romagna dove avremo gli accumuli maggiori. Neve in pianura anche su alta Toscana ( qui accumuli a tratti superiori agli 8cm ), nord Umbria, alte Marche, graduale passaggio a pioggia in pianura altrove. Maggiori dettagli in questo articolo.

Fotosegnalazione di Parma
Fotosegnalazione di Parma

Neve a Torino
Neve a Torino

Fotosegnalazione di Vignole borbera
Fotosegnalazione di Vignole borbera

Verona
Verona

Corso Piave stamattina
Corso Piave stamattina

Neve a Grosseto
Neve a Grosseto

Fotosegnalazione di Giussano
Fotosegnalazione di Giussano

Fotosegnalazione di Pesaro
Fotosegnalazione di Pesaro

Ore 630 viale garibaldi
Ore 630 viale garibaldi

Fotosegnalazione di Adria
Fotosegnalazione di Adria

Neve a carugate
Neve a carugate



Articoli correlati

Scarica la nostra app ufficiale!

Commenti