28 gennaio 2022
ore 23:56
di Carlo Migliore
tempo di lettura
2 minuti, 51 secondi
 Per tutti

IL FRONTE FREDDO SI ORGANIZZA, INTANTO PICCHI DI 18°C AL NORDOVEST - Il flusso di aria fredda si sta gradualmente organizzando sul medio alto Adriatico per formare il fronte che nelle prossime ore porterà il peggioramento atteso. Contemporaneamente una nuvolosità diffusa ma prevalentemente sterile sta interessando le regioni tirreniche. Da segnalare ancora qualche banco nebbioso in Val Padana tra la Lombardia sud orientale e l'Emilia Romagna. Intanto l'ingresso dei venti favonici dalle Alpi occidentali ha favorito in tarda mattina un improvviso e considerevole aumento delle temperature con valori che hanno toccano i 18°C a 400m di altezza sul Piemonte. Scarti sui valori minimi anche fino a 20°C poiché nelle stesse zone all'alba erano tutti valori negativi. Attualmente il freddo resiste solo dove c'è nebbia tra Mantovano, Cremonese, Piacentino, Modenese dove non si va oltre i 4-5°C

PEGGIORA MA NON PER TUTTI - Aria più fredda di matrice artica ha attraversato nel cuore della notte l'Europa centrale e in queste prime ore del mattino si è addossata all'arco alpino centro orientale dove sta portando delle deboli nevicate, prevalentemente oltre confine. Nel contempo correnti umide di matrice mediterranea sospinte da una incipiente ventilazione occidentale hanno iniziato ad interessare le regioni tirreniche ma senza produrre fenomeni significativi.  Si tratta di una nuvolosità poco attiva che non avrà una storia nell'arco della giornata. Diventerà importante invece un fronte che non è ancora visibile ma che si formerà nelle prossime ore quando l'aria fredda avrà scavalcato le Alpi e raggiunto l'Italia da est. Ciò accadrà tra il pomeriggio e la sera. L'obiettivo principale di queste correnti saranno le regioni del Sud e il medio basso Adriatico dove,  dato l'abbassamento delle temperature avremo anche dei fenomeni nevosi a quote via via più basse fino ad arrivare a fine giornata anche in collina. Per il resto della Penisola un nulla di fatto con tempo al più variabile o parzialmente nuvoloso e anche localmente nebbioso in Val Padana. Vediamo allora la previsione per le prossime ore:

METEO VENERDÌ - Nord, al mattino qualche sporadica nevicata lungo le Alpi orientali confinali in rapido esaurimento, nebbie e foschie in Val Padana centrale, annuvolamenti irregolari tra Emilia Romagna e Triveneto ma con scarsa probabilità di fenomeni . Qualche fugace addensamento in Liguria. Nel pomeriggio sole quasi ovunque con qualche foschia o nebbia localmente persistente lungo il Po in nuovo rinforzo la sera. Centro, nubi sparse in Sardegna, Nuvolosità irregolare sui settori peninsulari con qualche fenomeno isolato,  più probabile a est, in intensificazione serale sull'Abruzzo con quota neve in calo fino in collina. Migliora in nottata. Sud, nuvolosità irregolare lungo l'area tirrenica con fenomeni sporadici. Dal pomeriggio peggiora su Molise, Puglia, Basilicata con piogge e locali rovesci, non esclusi anche dei temporali, e neve  in Appennino fino a quote medie in calo serale fino in collina tra Molise, Campania e Basilicata. In serata-nottata peggiora anche tra Calabria e nord Sicilia con rovesci e locali temporali. Temperature in calo soprattutto lungo l'Adriatico e nelle minime della notte. Venti deboli o moderati da ovest in rotazione serale dai quadranti settentrionali. Mari fino a mossi o molto mossi i bacini meridionali.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati