23 dicembre 2021
ore 23:53
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
2 minuti, 13 secondi
 Per tutti
Le temperature tra Natale e fine anno
Le temperature tra Natale e fine anno

ORE CONTATE PER IL FREDDO. La fase ancora piuttosto fredda che sta interessando gran parte delle nostre regioni, in particolare quelle settentrionali ed adriatiche, è destinata ad interrompersi rapidamente. l'Afflusso di correnti balcaniche che scorrono sull'Adriatico e raggiungono l'Italia è cesserà già nelle prossime ore, per lasciar spazio a più miti correnti occidentali che ci accompagneranno dalla Viglia di Natale per molti giorni. La nuova fase mite potrebbe protrarsi per un periodo piuttosto lungo, salvo brevi intervalli, anche fino alla fine dell'anno. 

NATALE CON TEMPERATURE IN RIALZO. A Natale continuerà il rialzo termico cominciato su alcune regioni la Vigilia, sia nelle temperature minime che nelle massime, per via delle correnti atlantiche più miti che raggiungeranno l'Italia, seppur trasportando fronti nuvolosi responsabili anche di alcune piogge. I valori notturni della Vigilia ben sotto lo zero sui fondovalle alpini rimarranno un ricordo e lasceranno spazio a temperature intorno o poco sopra zero la mattina di Natale su tutto il Nord Italia, mentre al Centro-Sud oscilleranno tra 7 e 12°C. Di giorno, mentre la Val Padana vedrà massime oscillare tra 5 e 10°C, al Centro-Sud sono attesi valori tra 12 e 16°C, con punte di 19°C in Sicilia.

SANTO STEFANO, LIEVE CALO TERMICO MA IL VERO FREDDO LATITA. A Santo Stefano è atteso però un temporaneo calo termico al Centro-Nord, per il temporaneo ingresso di correnti più fresche dall'Europa centrale, con minime sui 2/4°C sulla Val Padana e anche qualcosa in meno sui fondovalle alpini, sui 7/10°C al Centro Italia, mentre si guadagnerà invece qualche grado di giorno al Sud (punte anche di 21°c in Sicilia). Nei giorni successivi, pur in assenza di variazioni significative, le temperature oscilleranno su valori simili, risultando localmente al di sopra delle medie nei valori diurni, mentre nei minimi, in caso di schiarite, potrebbero tornare a diminuire di alcuni gradi sulle zone interne per la formazione di inversioni termiche.

FINE ANNO, TRA ANTICICLONE AFRICANO E SBUFFI FREDDI BALCANICI. Gli ultimi giorni dell'anno e forse anche i primi di quello nuovo potrebbero essere caratterizzati da una sorta di braccio di ferro tra il tentativo di rimonta dell'anticiclone di matrice afro-mediterranea verso il Mediterraneo centrale e l'Italia e refoli di aria più fredda in scorrimento lungo il fianco destro dell'alta pressione, provenienti dai Balcani e diretti verso le nostre regioni adriatiche. Si tratta comunque di una tendenza che potrebbe subire modifiche nei prossimi giorni, a causa della distanza temporale. Vi consigliamo di seguire i prossimi aggiornamenti.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati