7 ottobre 2020
ore 23:45
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
4 minuti, 20 secondi
 Per tutti
Meteo Italia prossime ore
Meteo Italia prossime ore

AGGIORNAMENTO ORE 16:30 - Ancora instabilità diffusa al Sud: attualmente i temporali più intensi si stanno concentrando tra Matese, Sannio ed entroterra foggiano. Una cella piuttosto intensa segnalata proprio sulla città di Benevento. Sulle regioni centrali si segnalano ancora rovesci sparsi su Aretino, Perugino settentrionale, Maceratese e Ascolano, con residui fenomeni che ancora insistono sul Frusinate. Al Nord tempo stabile, seppur con qualche rovescio o isolato temporale in formazione tra Prealpi bresciane e Veronese: proprio sulla città di Verona non escludiamo l'arrivo a breve di qualche fenomeno.

SITUAZIONE ORE 15,25. IL MALTEMPO SI CONCENTRA AL SUD - Il maltempo legato alla perturbazione in transito sull'Italia si sta concentrando soprattutto sulle regioni meridionali, con piogge e rovesci che dal versante tirrenico si estendono a quello adriatico. Accumulati fino ad ora 50mm di pioggia sull'area di Benevento, oltre 40mm sul Salernitano, valori inferiori sulla sponda adriatica. Rovesci di una certa intensità si attardano però anche su Molise e zone interne del basso Lazio.
Altri fenomeni, a macchia di leopardo, si stando invece innescando sulle aree interne delle regioni centrali, a causa dell'ingresso di aria più fresca in quota in seguito del passaggio frontale. Vengono segnalati rovesci sul Fiorentino orientale e nell'entroterra aretino, mentre celle temporalesche scorrono da Nord Ovest verso Sud Est lungo il confine tra Umbria e Marche (colpita la zone di Città di Castello, ma anche Fabrianese, Maceratese e Fermano, con locali fenomeni anche sulle coste ascolane).

TEMPORALI SULLA DORSALE MARCHIGIANA - Nonostante il fronte principale stia scivolando verso sud alcune celle temporalesche si sono attivate al suo seguito sull'Appennino Marchigiano, oltre che quello romagnolo, mentre sul lato opposto si è assistito all'esaurimento dei fenomeni su Toscana, alto Lazio e gran parte dell'Umbria.

NEVE IN ALTO ADIGE - Questa mattina, quando la perturbazione era ancora attiva sul Nordest, in quota si sono avute nevicate sotto i 2000m, anche di una certa consistenza a quote superiori con accumuli di neve fresca di 25/30cm oltre i 2300m in Alto Adige, come dimostrano le immagini che ci giungono dai 2305m del Rifugio Santa Croce di Lanzfons.

SITUAZIONE ORE 11. SI INTENSIFICANO LE PIOGGE AL CENTRO-SUD -  Stanno già subentrando le prime schiarite su Toscana e Marche, ma lo slittamento del fronte verso sud sta facendo si che i fenomeni si concentrino su Lazio interno, Campania, basse Marche, Abruzzo, Puglia centro-settentrionale e Lucania. Quanto agli accumuli pluviometrici si segnalano quasi 45mm in Umbria nel Ternano, oltre 30mm nel Lazio sul Pontino, mentre ci si avvicina ai 30mm in Campania nella zona di Benevento.

SITUAZIONE ORE 8. Un'ampia circolazione depressionaria sull'Europa settentrionale continua ad influenzare il tempo sullo Stivale, pilotando una perturbazione che dalle primissime ore della giornata sta interessando il Nordest e le regioni centro-meridionali. Già abbandonati invece il Nordovest e la Lombardia, dove dall'alba stanno subentrando ampie schiarite. Nel frattempo sono Friuli VG e Toscana i settori fino ad ora più coinvolti dal passaggio del nuovo sistema frontale.

FRIULI VG. Insistono piogge e rovesci su gran parte della regione con fenomeni che fino ad ora raggiungono il culmine sull'area di Udine dove dalla mezzanotte si toccano punte di 35mm. Piogge e rovesci piuttosto insistenti anche sul Triestino con punte anche superiori ai 20mm.

TOSCANA. Stanno passando proprio con le prime ore del mattino le piogge più intense in Toscana, dopo che nella notte hanno preso particolarmente di mira il Pisano, dove gli accumuli pluviometrici superano localmente i 50mm. Ma a macchia di Leopardo rovesci di una certa consistenza hanno coinvolto Fiorentino e Pistoiese, dove gli accumuli risultano localmente superiori ai 40mm.

RESTO DEL CENTRO. Dalle prime ore del mattino i fenomeni più intensi si sono concentrati sul Lazio, coinvolgendo anche Umbria, Marche e Abruzzo, fino a Molise e alta Puglia con gli accumuli più importanti che si registrano sul Pontino, intorno ai 20mm dalla mezzanotte. Ecco come proseguirà la giornata:

METEO ITALIA MERCOLEDÌ. La nuova perturbazione si sposterà rapidamente verso sudest liberando già in mattinata i cieli del Nordovest dove subentrano ampie schiarite, mentre interesserà Triveneto e la Romagna con piogge e rovesci in attenuazione in giornata e con tendenza a schiarite da ovest. Tempo perturbato sulle regioni centrali con piogge e rovesci in estensione dalla Toscana a Lazio, Umbria, Marche, poi Campania e regioni adriatiche centro-meridionali. Attesi fenomeni più insistenti sul versante tirrenico fino all'alta Calabria, anche se già in mattinata si attenueranno in Toscana e successivamente verso sud, anche con graduali schiarite. In serata le ultime piogge si attarderanno su Calabria tirrenica, nordest Sicilia, Lucania e Puglia con fenomeni anche temporaleschi sul versante adriatico. Temperature in lieve aumento al Sud, venti tesi mediamente occidentali. Per tutti i dettagli entra nella sezione Meteo Italia. Per l'evoluzione fino a venerdì clicca qui.

Per le precipitazioni previste consulta le mappe pluviometriche 


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati