15 ottobre 2020
ore 8:00
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
2 minuti, 36 secondi
 Per tutti

SITUAZIONE. Un vortice di bassa pressione si è scavato sull'alto Tirreno e dal suo centro si diparte una perturbazione che mercoledì ha interessato parte delle nostre regioni a partire da quelle tirreniche. Giovedì l'approfondimento e lo stazionamento del vortice intorno al Nord Italia determinerà l'intensificazione dei fenomeni e la loro estensione a quelle settentrionali, ma contemporaneamente anche a quelle ioniche. Poco coinvolte, fino a questo momento, le regioni adriatiche. Venerdì il vortice si porterà verso i Balcani e l'instabilità si manifesterà prevalentemente sulle regioni centrali in genere, ma inizierà gradualmente a ridursi. L'aria fredda che alimenta il vortice manterrà basse temperature e quota neve sulle Alpi per il periodo, ma anche su tratti dell'Appennino. I dettagli:

METEO MERCOLEDÌ. Peggioramento sulle regioni occidentali con deboli piogge sparse sul Nordovest, dove comunque interverranno alcune schiarite in giornata. Fenomeni più decisi invece su Sardegna occidentale e regioni tirreniche e piogge che tenderanno a concentrarsi su Liguria di Levante, Toscana, Lazio, Campania, specie settentrionale, anche temporaleschi e la sera di forte intensità in Toscana, quando le piogge cominceranno ad intensificarsi anche sull'Emilia Romagna. Più asciutto con qualche schiarita su alta Val Padana e Alpi settentrionali. Schiarite iniziali sulle adriatiche, ma con qualche pioggia in arrivo tra pomeriggio e sera su Marche e Abruzzo. Limite neve a 1700m sull'Appennino settentrionale. Temperature in ripresa nei minimi. Venti che entro sera tenderanno a divenire sostenuti a rotazione ciclonica intorno al minimo di pressione su Corsica e alto Tirreno.

METEO GIOVEDÌ. Maltempo al Nord e sulle regioni tirreniche, fino al nord della Sicilia, con piogge e rovesci anche temporaleschi, in propagazione a Salento e regioni ioniche e in progressiva attenuazione la sera sul versante tirrenico e in Val Padana. Asciutto invece l'Adriatico centrale, salvo qualche pioggia fino al mattino. Debole neve sulle Alpi occidentali dai 1400m/1500m circa, fenomeni più consistenti però in mattinata su Trentino, Dolomiti venete e friulane. Quota neve sui 1700m sull'Appennino centro-settentrionale con fenomeni più continui. Ventilazione sostenuta a rotazione ciclonica e possibili mareggiate su coste ovest della Sardegna, del basso Tirreno, della Sicilia occidentale e su quelle ioniche.

METEO VENERDÌ. Il vortice lascia l'Italia e si sposta verso la Penisola Balcanica settentrionale e la perturbazione collegata provocherà ancora un po' di instabilità al Centro-Nord. In particolare attesa qualche pioggia su Emilia Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Sardegna, qualche isolato fenomeno possibile fin su Abruzzo, regioni del basso Tirreno e nordest Sicilia. Sul resto del Sud più asciutto con maggiori schiarite. Quota neve sull'Appennino centro-settentrionale intorno ai 1400/1600m. Per la tendenza per il weekend clicca qui.


Per conoscere nel dettaglio lo stato dei mari e dei venti clicca qui.

Per la tendenza meteo consulta le nostre previsioni a medio e lungo periodo.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.

Guarda i video che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati