13 aprile 2021
ore 7:20
di Lorenzo Badellino
tempo di lettura
2 minuti, 38 secondi
 Per tutti

ANTICICLONE SBILANCIATO VERSO IL NORD EUROPA. Già in queste prime ore della nuova settimana si comincia a rilevare un graduale allungamento dell'anticiclone atlantico verso latitudini più settentrionali, ma dalla metà della settimana ciò diverrà ancora più evidente e tutta l'Europa nordoccidentale, ma anche la Scandinavia, verranno inglobate da una vasta area di alta pressione. Ne conseguirà però la discesa di correnti fredde lungo il suo bordo destro, proprio dalla Scandinavia verso latitudini meridionali, fino alla Penisola Balcanica e al Mediterraneo centrale. Queste andranno ad alimentare una saccatura di bassa pressione sull'Europa centrale, orientale ed anche su buona parte d'Italia. Ne conseguiranno sulle nostre regioni condizioni climatiche fredde per il periodo, con temperature decisamente inferiori alla norma e tempo che a tratti risulterà instabile, pur in un contesto di variabilità in cui non mancheranno schiarite anche ampie. Non ci troveremo quindi di fronte al passaggio di fronti veri e propri, ma ad instabilità latente che da condizioni di bel tempo potrà sfociare in annuvolamenti forieri di alcuni rovesci, soprattutto in prossimità delle zone montuose. Vista la natura fredda delle correnti in gioco i fenomeni potranno assumere ancora carattere nevoso a quote basse per la stagione. A ridosso del weekend invece si potrebbe assistere anche alla formazione di un fronte sul Mediterraneo, con possibile peggioramento su isole e Sud.

MERCOLEDÌ intanto il fronte che fino a martedì avrà coinvolto buona parte delle regioni peninsulari si sposterà verso i Balcani, favorendo un inizio di giornata più soleggiato su molte zone. Farà eccezione una residua variabilità al Sud, specie sul basso Adriatico, dove si avrà ancora qualche pioggia, specie in Puglia. L'instabilità crescerà in giornata lungo i rilievi appenninici e sfocerà in qualche rovescio su quelli centro-settentrionali oltre che sulle zone interne della Liguria, con quota neve intorno a 1200m. In serata nubi in intensificazione anche al Nord, con alcuni  fenomeni in arrivo sui rilievi occidentali. Temperature diurne in aumento di qualche grado, ma ancora inferiori alla norma.

TENDENZA SECONDA META' DELLA SETTIMANA. Spiccata variabilità giovedì con più nubi probabilmente al Centro-Nord e qualche fenomeno qualche fenomeno in prossimità dei rilievi, ma tempo in peggioramento sulle isole, specie in Sicilia, per l'arrivo di un fronte in formazione sul Mediterraneo, che potrebbe coinvolgere anche il Sud peninsulare venerdì con fenomeni un po' più organizzati, nevosi in Appennino. Anche nel weekend potrebbero non mancare altri episodi di instabilità, per la permanenza di un'area depressionaria a carattere freddo sul mediterraneo centrale. Vista la distanza temporale la tendenza potrebbe subire modifiche e vi consigliamo quindi di seguire i prossimi aggiornamenti.

Segui in diretta l'evoluzione consultando la nostra sezione SATELLITI.

Guarda i video che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui.

Consulta la situazione in tempo reale attraverso le misure del satellite geostazionario acquisite e rielaborate da3BMeteo.

Guarda le foto che hanno postato i nostri utenti nella galleria, clicca qui.


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati