18 giugno 2021
ore 17:50
di Francesco Nucera
tempo di lettura
1 minuto, 33 secondi
 Per tutti
situazione in atto nell'emisfero nord, pattern amplificato
situazione in atto nell'emisfero nord, pattern amplificato


Ondate di calore interessano l'emisfero nord, nello specifico gli USA occidentali sono coinvolti da una storica ondata di caldo, Furnace Creek in California ha raggiunto i +53,2°C che è la temperatura più alta mai registrata nella seconda decade di giugno nel mondo. Palm Springs in California raggiunge il suo valore record di +50,6°C, è accaduto altre tre volte (agosto 93 e 2 volte nel luglio 95). In Europa caldo record in Germania dove sono stati battuti record giornalieri e mensili con picchi fino a 35°C ad Amburgo e Dorpen, +33,6°C a Groningen in Olanda. L'Efi del modello Ecmwf indica come per l'Europa centro settentrionale l'ondata di caldo appena iniziata possa risultare estrema in particolare tra Baltico, Finlandia e Nord Russia.


Questa situazione è dovuta alle Onde di Rossby che non solo sono molto allungate ma anche lente ad evolversi. Questo tipo di scenario comporta situazioni meteo estreme contrapposte in maniera simultanea nell'emisfero nord con zone sotto il caldo anche estremo, altre con temperature ben al disotto della media. E' il caso degli USA Orientali, dell'Europa sud orientale e, soprattutto, dell'Islanda. Secondo una parte della scienza questo modello in atto sarebbe messa in relazione all'Amplificazione Artica.

Il calore nel frattempo si inoltra più a nord e raggiunge il Mar Artico dove andrà ad accelerare la fusione del ghiaccio di per sé già a livelli record. In particolare la fusione del mare di Laptev è senza precedenti in questo periodo dell'anno. Fino a questo momento Scandinavia e Siberia settentrionale sono decisamente caldi. Ma altro calore è previsto nei prossimi sette giorni attraverso questa ondata di calore. Nei prossimi giorni il calore degli USA attraverserà il Quebec fino a raggiungere la Groenlandia dove sarà possibile un evento di intensa fusione del ghiaccio


Segui @3BMeteo su Twitter


Articoli correlati