Redazione 3BMeteo
25 gennaio 2023
ore 23:45
Redazione 3BMeteo
tempo di lettura
1 minuto, 12 secondi
 Per tutti

Settimana 30 gennaio - 6 febbraio. Le proiezioni modellistiche del modello europeo ECMWF evidenziano una spiccata concordanza nell'individuare come comune denominatore il flusso zonale atlantico su gran parte dell'Europa centro-occidentale, mentre l'Italia resterebbe sotto un residuo flusso di correnti artiche con obiettivo principale i Balcani ma in parte anche la nostra Penisola. In questa fase ancora qualche sprazzo di Inverno con tempo a tratti instabile specie al Sud e sul medio versante adriatico dove le temperature si manterrebbero ancora a tratti sotto la media con locali nevicate anche a quote basse; più stabile al Nord e medio versante tirrenico, salvo neve sulle Alpi di confine, ma con gelate notturne anche in pianura.

Settimana 7 febbraio - 13 febbraio. Dalle prime proiezioni si andrebbe ulteriormente a rinforzare il flusso atlantico zonale sotto la spinta di una profonda area ciclonica centrata tra Isole Britanniche e Islanda. Le masse d'aria oceaniche si muoverebbero rapidamente da ovest a est invadendo tutto il territorio europeo, Italia compesa, dove in questi scenari va a prevalente generalmente una figura anticiclonica. Al più non è da escludere una residua area depressionaria (di modesta entità) che si posizionerebbe sul Mediterraneo orientale, seppur poco alimentata da aria instabile e quindi destinata a riassorbirsi nel corso dei giorni. Dal punto di vista termico poche variazioni: clima mite per il periodo e scenario poco invernale. 


Seguici su Google News


Articoli correlati